Franz Oppenheimer

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Francobollo dedicato a Franz Oppenheimer

Franz Oppenheimer (Berlino, 1864Los Angeles, 1943) è stato un economista e sociologo tedesco.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Dopo aver studiato medicina a Friburgo in Brisgovia e Berlino, Oppenheimer praticò la professione di medico a Berlino dal 1886 al 1895. Dal 1890 in poi, cominciò a occuparsi di questioni di socio-politica ed economia sociale. Dopo la sua attività di medico, fu redattore capo della rivista Welt am Morgen, e conobbe Friedrich Naumann, che, all'epoca, lavorava per diversi quotidiani.

Nel 1909, Oppenheimer conseguì un dottorato di ricerca a Kiel con una tesi sull'economista David Ricardo. Dal 1909 al 1917, fu privatdozent a Berlino, poi, per due anni, titularprofessor. Nel 1914 fu uno dei co-fondatori del Comitato tedesco per la liberazione degli ebrei russi (Deutsches Komitee zur Befreiung der russischen Juden). Nel 1919, accettò la cattedra di sociologia ed economia teorico-politica presso la Johann Wolfgang Goethe-Universität di Francoforte. Questa fu la prima cattedra dedicata espressamente alla sociologia in Germania.

Dal 1934 al 1935, Oppenheimer insegnò in Palestina. Nel 1936 fu nominato membro onorario della American Sociological Association. Nel 1938, in fuga dalle persecuzioni naziste, emigrò via Tokyo e Shanghai a Los Angeles, negli Stati Uniti. Nel 1941 divenne uno dei membri fondatori del The American Journal of Economics e Sociology.

Hillel Oppenheimer fu figlio di Oppenheimer e professore di botanica presso l'Università Ebraica di Gerusalemme e destinatario di un Premio Israele.

Opere[modifica | modifica sorgente]

Di ispirazione liberalsocialista, Oppenheimer si dedicò maggiormente ad analisi socio-economiche tra cui lo studio della proprietà terriera per la quale auspicò una totale abolizione. Per Oppenheimer il sistema capitalistico escludeva i lavoratori dal libero accesso alla terra.

I suoi lavori comprendono circa 40 libri e 400 saggi incentrati sulla sociologia, sull'economia, e sulle questioni politiche del suo tempo. Uno dei più famosi fu Der Staat (Lo Stato).

Altre importanti opere sono:

  • Valore e profitto capitalistico (1916)
  • Sistema di sociologia (1922)

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 76382059 LCCN: n85152399