Franz Hessel

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Franz Hessel (Stettino, 21 novembre 1880Sanary-sur-Mer, 6 gennaio 1941) è stato uno scrittore e traduttore tedesco.

Insieme a Walter Benjamin, ha tradotto in tedesco À la recherche du temps perdu di Marcel Proust.

È stato uno dei primi esponenti tedeschi della flânerie francese e ha pubblicato una raccolta di saggi riguardanti la città di Berlino, "Spazieren in Berlino" (1929).

Era il padre del diplomatico Stéphane Hessel.

Hessel ha ispirato il personaggio di Jules nel romanzo Jules e Jim di Henri-Pierre Roché.

Opere[modifica | modifica sorgente]

  • Der Kramladen des Glücks (romanzo, 1913)
  • Pariser Romanze (romanzo, 1920)
  • Teigwaren leicht gefärbt (articolo in prosa, 1926)
  • Heimliches Berlin (romanzo, 1927)
  • Nachfeier (articolo in prosa, 1929)
  • Spazieren in Berlin (prosa, 1929)
  • Marlene Dietrich (biografia, 1931)
  • Ermunterungen zum Genuß (articolo in prosa, 1933)
  • Alter Mann (frammenti postumi, 1987)

Opere letterarie apparse in Italia[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 44317855 LCCN: n85827248