František Xaver Dušek

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
František Xaver Dušek

František Xaver Dušek, noto anche sotto le varianti Duschek, Duscheck e Dussek (Chotěborky, battezzato 8 dicembre 1731Praga, 12 febbraio 1799), è stato un compositore, musicista e insegnante ceco. Fu uno dei più importanti clavicembalisti e fortepianisti della sua epoca.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

František Xaver Dušek nacque a Chotěborky, vicino a Jaroměř, in Boemia. Figlio di un contadino, grazie al supporto del conte Johann Karl Sporck poté frequentare il Ginnasio Gesuita di Hradec Králové. Successivamente studiò musica a Praga sotto la guida di Franz Habermann e quindi a Vienna con Georg Christoph Wagenseil. Intorno al 1770 tornò a Praga, città nella quale rimase per il resto della sua vita. Nella capitale boema acquisì fama sia come insegnante di musica che come pianista. Tra i suoi allievi ebbe il celebre Leopold Kozeluch, Jan Vitásek, Vincenc Mašek e Karl Thomas Mozart (figlio di Wolfgang Amadeus).

Wolfgang Amadeus Mozart fu suo ospite presso la sua Villa Bertramka a Kosiře, fuori Praga, luogo dove terminò le sue opere Don Giovanni nel 1787 e La clemenza di Tito nel 1791.

La moglie di Dušek, Josepha Hambacher (1753-1824) fu anch'ella pianista, nonché celebre cantante soprano.

Considerazioni sull'artista[modifica | modifica sorgente]

Dušek fu il più importante compositore boemo di musica strumentale della seconda metà del XVIII secolo. La maggior parte dei suoi lavori furono composti tra il 1761 e il 1796 e sono per lo più sonate, variazioni, concerti, sinfonie e quartetti per archi. Stilisticamente la sua musica si colloca tra il periodo galante e il primo classicismo, nonostante presenti talvolta tratti tipici dell'epoca barocca.

Composizioni[modifica | modifica sorgente]

Musica strumentale[modifica | modifica sorgente]

Musica per orchestra[modifica | modifica sorgente]

  • 37 sinfonie
  • 2 serenate
  • 13 minuetti
  • 9 concerti per clavicembalo/fortepiano
  • 4 concertini per clavicembalo, violino, violoncello
  • Concertino in la magg. per clavicembalo, flauto, violino, violoncello e basso
  • Concertino in si magg. per clavicembalo, violino e basso
  • Concertino in sol magg. per clavicembalo, 2 violini, viola e basso
  • Concertino in sol magg. per clavicembalo, violino, viola e basso

Musica da camera[modifica | modifica sorgente]

  • 37 partite per 2 oboi, 2 corni e 2 fagotti
  • 6 partite per 2 oboi, 2 corni e fagotto
  • 6 partite per 2 oboi e fagotto
  • 21 quartetti (quadri, divertimenti) per archi
  • Serenata in do magg. per quartetto d'archi
  • 21 trii (divertimenti) per 2 violini e basso
  • Notturno in la min. per 2 violini e basso
  • Serenata in la magg. per 2 violini e basso
  • Divertimento in fa magg. per 2 violini, 2 corni, viola e basso
  • 2 divertimenti (re magg., mi magg.) per violino, viola, 2 corni e basso
  • Serenata in mi magg. per violino, corno inglese, viola, corno e fagotto

Muisca per tastiera[modifica | modifica sorgente]

  • Almeno 16 sonate
  • Andante con variazioni
  • Andante con minuetto in sol magg.
  • 6 sonatine
  • 4 variazioni
  • 5 sonate per 4 mani
  • 2 divertimenti per 4 mani
  • 2 variazioni per 4 mani
  • Minuetto in do magg. per 4 mani
  • Altre composizioni minori

Musica vocale[modifica | modifica sorgente]

  • 5 canzoni nei Kinder und Kinderfreunde von F.A. Spielman mit Melodien von Vinzenz Maschek und Franz Duschek
  • Diversi lavori sacri

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • J.F. Reichardt, Briefe eines aufmerksamen Reisenden die Musik betreffend, p. 116 (Francoforte e Lipsia, 1774)
  • Magazin der Musik, vol. I, p. 997 (Amburgo, 1793)
  • Jb der Tonkunst von Wien und Prag, pp. 113-14 (Vienna, 1796)
  • Allgemeine musikalische Zeitung, vol. I, pp. 444-5 (1798-9); vol. II, pp. 513-23 (1799-1800); vol. VIII, p. 783 (1805-6)
  • J. Patera, Bertramka v Praze (Praga, 1948)
  • H. Abert, W.A. Mozart, vol. II (Lipsia, 1956)
  • V.J. Sýkora, František Xaver Dušek: život a dílo (Praga, 1958)
  • T. Volek, Über den Ursprung von Mozarts Oper La clemenza di Tito, pp. 274-86 (1959)
  • E. Gross, Background and Problems for an Historical and Critical Edition of the String Quartets of F.X. Dušek, MMA, vol. VI, pp. 4-37 (1972)
  • R.M. Longyear e K.Covington, Sources of the Three-Key Exposition, Journal of Musicology, vol. VI, pp. 448-70 (1988)
  • M. Kabelková, Hudební archív a kapela hrabete Jana Josefa Filipa Pachty, Hudební veda, vol. XXVIII, pp. 329-33 (1991)
  • M. Poštolka: voce František Xaver Dušek in New Grove Dictionary of Music and Musicians

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 39561586 LCCN: n81074634