Frank Belknap Long

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Frank Belknap Long (New York, 27 aprile 19013 gennaio 1994) è stato uno scrittore e poeta statunitense.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Figlio di una famiglia borghese di Manhattan, discendente (forse) del primo uomo che abbia mai ingaggiato un duello su suolo americano, e parente dell'architetto che progettò il piedistallo della Statua della Libertà. Belknap Long fu sin da giovane un poeta e un sognatore. Si associò ben presto ad un circolo di scrittori dilettanti ove conobbe, negli anni Venti, Howard Phillips Lovecraft. Il suo stile nei primi anni ne fu fortemente influenzato; scrisse racconti dell'orrore e del grottesco che raggiungeranno il massimo dell'emulazione in I segugi di Tindalos ("The Hounds of Tindalos"). Long successivamente si dedicò ad altri ambiti letterari, soprattutto la fantascienza, ma s'esercitò anche nel giallo e nel romanzo d'amore gotico.

Le sue opere, in Italia, sono state pubblicate per lo più dalla rivista Urania (Mondadori), che comunque copre solo una piccola parte della produzione di Long.

Long ricevette il "Fantasy Award for Life Achievement" (durante la Conferenza Mondiale del Fantasy nel 1978), il "Bram Stoker Award for Lifetime Achievement" (nel 1987, dall'Associazione degli Scrittori Horror Americani) e il premio "First Fandom Hall of Fame" (1977).

Long per primo scrisse un racconto nell'ambito dei cosiddetti Miti di Cthulhu, creati da Lovecraft: I segugi di Tindalos: ulteriori contributi sono L'orrore delle colline (che presenta il dio elefante, il Grande Antico Chaugnar Faugn), e I Divoratori in cui lo stesso Lovecraft fa da comprimario.

Opere[modifica | modifica sorgente]

(Elenco parziale)

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 117867829 LCCN: n50044334