Franco Roberti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Franco Roberti
Franco Roberti.jpg

Procuratore nazionale antimafia
In carica
Inizio mandato 25 luglio 2013
Predecessore Giusto Sciacchitano (f.f.)
Successore in carica

Franco Roberti (Napoli, 16 novembre 1947) è un magistrato italiano, attuale Procuratore nazionale antimafia.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Vinto il concorso in magistratura, è stato nominato uditore giudiziario nel 1975. Ha svolto dapprima le funzioni di pretore del mandamento di Borgo San Lorenzo (FI) dal 15/09/1976, poi quelle di giudice del Tribunale di Sant'Angelo dei Lombardi (AV) dal 18/09/1979 (trattando tra gli altri, come giudice istruttore, il procedimento penale sui cd "crolli facili" del sisma dell'Irpina del novembre 1980), quindi quelle di sostituto procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Napoli dal 16 settembre 1982. In quest'ultimo Ufficio, si è occupato di reati contro la pubblica amministrazione e di criminalità organizzata di tipo mafioso e terroristico-eversivo, facendo parte, dapprima, della sezione "Estorsioni e sequestri di persona" e, quindi, fin dalla sua costituzione, della Direzione Distrettuale Antimafia.

Dall'11 gennaio 1993 ha svolto le funzioni di sostituto procuratore nazionale antimafia presso la Direzione Nazionale Antimafia fino al 27 agosto 2011 quando è stato nominato procuratore aggiunto della Repubblica di Napoli. In tale veste ha contemporaneamente svolto, fino al 31 ottobre 2005, funzioni di coordinatore della sezione competente per i delitti contro la personalità dello Stato e per i delitti commessi con finalità di terrorismo, anche internazionale, o di eversione dell'ordinamento costituzionale, nonché della sezione competente per le misure di prevenzione. E' stato quindi coordinatore della Direzione Distrettuale Antimafia della Procura di Napoli. In tale veste ha diretto, in coassegnazione con i sostituti, le principali indagini nei confronti delle organizzazioni criminali operanti nella città di Napoli e nell'area casertana. Vanno in particolare ricordati i procedimenti penali contro il gruppo stragista del "clan dei casalesi", che portarono alla completa disarticolazione dell'organizzazione criminosa, alla cattura e alla condanna di tutti i latitanti.

Dal 16 aprile 2009 è stato procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Salerno[1] ed ha coordinato personalmente la Direzione Distrettuale Antimafia.

Il 25 luglio 2013 il Consiglio Superiore della Magistratura lo ha nominato Procuratore nazionale antimafia[2], incarico di cui ha preso possesso il 06/08/2013.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Antimafia, Franco Roberti nuovo procuratore nazionale - Il Sole 24 ORE
  2. ^ Franco Roberti, nuovo procuratore nazionale antimafia. URL consultato il 26/7/2013.
Predecessore Procuratore nazionale antimafia Successore
Giusto Sciacchitano (f.f.) dal 25 luglio 2013 in carica