Francisco J. Ayala

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Francisco José Ayala Carcedo

Francisco José Ayala Carcedo (Madrid, 12 marzo 1934[1]) è un biologo e filosofo statunitense d'origine spagnola.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Abbandonato il saio di frate domenicano nel 1960, lo stesso anno in cui prese i voti, si trasferì negli Stati Uniti dal 1961 per studiare alla Columbia University, sotto la supervisione del biologo e genetista Theodosius Dobzhansky, e ottenendo un dottorato di ricerca nel 1964. Ha ottenuto la cittadinanza americana per naturalizzazione nel 1971.

È docente di scienze biologiche e filosofia all’Università della California sede di Irvine nonché membro della National Academy of Sciences e di molte tra le più rinomate accademie scientifiche internazionali.

È stato consigliere del presidente Bill Clinton per le tematiche scientifiche e tecnologiche. Si è occupato di ricerche di genetica evolutiva, in particolare delle diversità genetiche fra popolazioni, dell’origine della malaria e dell’orologio molecolare dell’evoluzione.

Tra i suoi interessi figurano anche il confronto tra scienza e religione, nonché le questioni epistemologiche, etiche e filosofiche legate alla biologia umana.

Riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

Scritti[modifica | modifica sorgente]

  • Le ragioni dell'evoluzione, 2005, Di Renzo Editore
  • La testa dell'agnello, 2003, Alinea
  • Gli usurpatori, 2002, Robin

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Scheda personale, dal sito dell'Accademia Nazionale dei Lincei

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 64023592 LCCN: n79032227