Francisco Galdós

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Francisco Galdós
Francisco Galdos - Tour 1976.jpg
Dati biografici
Nome Francisco Galdós Guana
Nazionalità Spagna Spagna
Ciclismo Cycling (road) pictogram.svg
Dati agonistici
Specialità Strada
Ritirato 1980
Carriera
Squadre di club
1968-1979 KAS KAS
1980 Kelme Kelme
Nazionale
1971-1978 Spagna Spagna
 

Francisco Galdós Guana (Lasarte-Oria, 6 maggio 1947) è un ex ciclista su strada spagnolo. Professionista dal 1968 al 1980, conta la vittoria di una tappa e della classifica scalatori al Giro d'Italia 1975.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Messosi in luce nell'edizione 1968 della Vuelta a Cantabria (gara riservata, quell'anno, ai dilettanti), passò professionista l'anno successivo nella KAS, squadra che di lì a poco diventò una delle più forti dell'intero panorama ciclistico, ottenendo subito un ottavo posto al Critérium du Dauphiné Libéré a 4'58" da Raymond Poulidor.

Ebbe modo di partecipare undici volte al Tour de France, sei volte al Giro d'Italia e quattro alla Vuelta a España, ottenendo tre podi (due al Giro, uno alla Vuelta) e dodici piazzamenti all'interno dei primi dieci della graduatoria (cinque volte al Tour, quattro al Giro e tre alla Vuelta). Tuttavia Galdós non riuscì mai ad imporsi in una delle tre grandi corse a tappe.

La migliore stagione della sua carriera fu nel 1975, quando si impose nella classifica generale del Tour de Romandie e la tappa dello Stelvio al Giro d'Italia, prima e unica vittoria in una frazione di un grande giro. In quella edizione Galdós ottenne un secondo posto finale, dietro all'italiano Fausto Bertoglio.

In una corsa rosa orfana di Eddy Merckx e Francesco Moser, nella quattordicesima tappa il crollo di Giovanni Battaglin aprì la strada a Bertoglio, che si aggiudicò tappa e maglia. Si procedette fino all'ultima e decisiva tappa con arrivo sul Passo dello Stelvio; Galdós, che aveva ridotto il suo ritardo su Bertoglio nel corso delle tappe precedenti, attaccò nuovamente, ma il ciclista italiano riuscì a resistere agli affondi dello spagnolo che, pur giungendo vittorioso al traguardo, dovette accontentarsi del secondo posto, davanti a Felice Gimondi e Roger De Vlaeminck ma ad appena 41" da Bertoglio.

Francisco Galdós concluse la sua carriera nel 1980 nella Kelme, squadra che lo aveva ingaggiato dopo l'abbandono al ciclismo della KAS. Con la nuova maglia ottenne un ottavo posto alla Vuelta a España e si ritirò al Tour de France a causa di una caduta nel corso della quinta tappa.

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

5ª tappa Cinturón Ciclista Internacional a Mallorca
Classifica generale Cinturón Ciclista Internacional a Mallorca
Classifica generale Vuelta a Cantabria
Grand Prix Santander
Trofeo Masferrer
Memorial Manuel Galera
4ª tappa Tour de Romandie (Bulle > Verbier)
Classifica generale Tour de Romandie
21ª tappa Giro d'Italia (Alleghe > Passo dello Stelvio)
Subida a Arrate
Nuestra Senora de Oro
3ª tappa Vuelta a Cantabria
Classifica generale Vuelta a Cantabria
2ª tappa Vuelta a Cantabria
Classifica generale Vuelta a Cantabria
5ª tappa Volta Ciclista a Catalunya
Classifica generale Vuelta a La Rioja

Altri successi[modifica | modifica sorgente]

Classifica scalatori Giro d'Italia (ex aequo con Andrés Oliva)

Piazzamenti[modifica | modifica sorgente]

Grandi Giri[modifica | modifica sorgente]

1971: 4º
1972: 3º
1973: 9º
1974: 17º
1975: 2º
1976: 18º
1969: 21º
1970: 9º
1971: 11º
1973: 6º
1974: ritirato (16ª tappa)
1975: ritirato (20ª tappa)
1976: 6º
1977: 4º
1978: 7º
1979: 28º
1980: ritirato (5ª tappa)
1970: 6º
1972: 19º
1979: 2º
1980: 8º

Classiche monumento[modifica | modifica sorgente]

1973: 31º
1974: 26º

Competizioni mondiali[modifica | modifica sorgente]

Mendrisio 1971 - In linea: 35º
Gap 1972 - In linea: 41º
San Cristobal 1977 - In linea: 19º
Adenau 1978 - In linea: ritirato

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]