Francis Magalona

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando il regime politico dittatoriale di Francisco Franco, vedi Franchismo.
Francis Magalona
FrancisM all'aeroporto di Ninoy Aquino, Manila
FrancisM all'aeroporto di Ninoy Aquino, Manila
Nazionalità Filippine Filippine
Genere Rap
Rock
Funk
Periodo di attività 1984-2009
Album pubblicati 15
Live 14
Raccolte 1
Gruppi e artisti correlati Hardware Syndrome, Joey Ayala, Ryan Cayabyab, The Eraserheads, Planet Garapata, Perfecto de Castro, Michael V., Parokya ni Edgar, Gloc-9, Ely Buendia, Evil Stepsisters
Sito web

Francis Magalona, [1] noto anche come FrancisM, Master Rapper, The Man From Manila, Kiko, The Mouth o The Filipino King of Rap (Manila, 4 ottobre 1964Pasig City, 6 marzo 2009), è stato un rapper, cantautore e attore filippino.

Considerato da molti il re del rap filippino, è annoverato tra le leggende musicali dell'arcipelago. È stato uno dei primi rapper filippini, se non il primo in assoluto, ed ha contribuito alla diffusione di questo genere musicale nell'arcipelago. Era noto anche nella tv: oltre a fare l'attore ha presentato anche vari show tra i quali MTV Asia e Eat Bulaga!. Magalona è morto sette mesi dopo essere stato diagnosticato con una forma acuta di leucemia.[2] Dopo la sua morte è stato premiato con vari riconoscimenti postumi, in particolare gli è stata tributata una medaglia per la sua "brillantezza musicale ed artistica" ed il suo grande attaccamento alla nazione filippina, che è servito da ispirazione a molte persone.[3][4][5]

Origini ed inizi[modifica | modifica sorgente]

Francis M è nato il 4 ottobre 1964 a Manila, ottavo dei nove figli di Pancho Magalona e Tita Duran, entrambi famosi attori degli anni quaranta e cinquanta.[2] Suo nonno, Enrique Magalona, ha fatto parte del Senato delle Filippine dal 1946 al 1955. Dopo aver frequentato la Don Bosco Technical College di Mandaluyong City dal 1978 al 1981, ha continuato gli studi al San Beda College di Manila dal 1981 al 1984.

Con una famiglia nota al pubblico filippino e dei genitori famosi, Francis ha iniziato a praticare breakdancing negli anni ottanta, per intraprendere in seguito le orme del padre, diventando un attore.[2] Ha preso parte a molti film filippini di quel decennio, come Bagets 2. Ciononostante ha attirato maggiore attenzione nel suo ruolo da DJ/rapper nello show Lovely Ness, andato in onda sulla rete IBC-13.[2]

Magalona ha conosciuto la sua futura moglie Pia Arroyo in una festa in discoteca organizzata dal regista Ishmael Bernal.[6]. I due si sono sposati nel 1985.[7] La coppia ha avuto otto figli, due dei quali provenienti da una passata relazione di Pia[8][9]: Unna, Nicolo, Francis Jr. (Frank), Elmo, Clara, e le personalità televisive Maxene, Saab e Arkin, che sono entrati nel mondo del cinema dopo la morte del padre.

Discografia[modifica | modifica sorgente]

PolyEast Records

Sony BMG Music Philippines

Altro

  • 2008 F Word
  • 2009 The Sickos Project

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ GMA News Research: Francis Magalona, GMA News, 60 marzo 2009. URL consultato il 31 marzo 2009.
  2. ^ a b c d Pocholo Concepcion, FrancisM loses ‘happy battle’; 44, Philippine Daily Inquirer, 7 marzo 2009. URL consultato il 7 marzo 2009.
  3. ^ Francis Magalona to receive presidential medal, GMA News and Public Affairs, 8 marzo 2009.
  4. ^ Joel Guinto e TJ Burgonio, Palace honors FrancisM in Philippine Daily Inquirer, Inquirer.net, 19 marzo 2009.
  5. ^ Paolo Romero, A presidential medal of merit for Francis M in The Philippine Star, 19 marzo 2009.
  6. ^ Francis Magalona,Filipino People's Artist, 44, The Alliance-Philippines (AJLPP), 9 marzo 2009. URL consultato il 10 marzo 2009.
  7. ^ Francis Magalona, The Magalonas of Antipolo (html), Genealogy.com, 24 dicembre 2001. URL consultato il 10 marzo 2009.
  8. ^ Philippine Entertainment Portal, PEP list: Hot male celebrities in their 40s, GMA News, 23 luglio 2007. URL consultato il 9 marzo 2009.
  9. ^ Erika Tapalla, Magalona kids find strength in each other, Philippine Daily Inquirer, 8 marzo 2009. URL consultato il 9 marzo 2009.
Filippine Portale Filippine: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Filippine