Francis Fane, XII conte di Westmorland

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Francis Fane, XII conte di Westmorland
Il conte di Westmorland, 1865.
Il conte di Westmorland, 1865.
Conte di Westmorland
In carica 1859 –
1891
Predecessore John Fane, XI conte di Westmorland
Successore Anthony Fane, XIII conte di Westmorland
Nome completo Francis William Henry Fane
Nascita 19 novembre 1825
Morte 3 agosto 1891
Dinastia Fane
Padre John Fane, XI conte di Westmorland
Madre Lady Priscilla Wellesley-Pole
Consorte Lady Adelaide Curzon

Francis Fane, XII conte di Westmorland (19 novembre 18253 agosto 1891), è stato un ufficiale inglese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Era il figlio di John Fane, XI conte di Westmorland, e di sua moglie, Lady Priscilla Wellesley-Pole, figlia di William Wellesley-Pole, III conte di Mornington. Studiò a Westminster e il Royal Military College di Sandhurst.[1]

Carriera militare[modifica | modifica wikitesto]

Partecipò alla campagna nella prima guerra anglo-sikh e alla Battaglia di Gujrat durante la seconda guerra anglo-sikh. Partecipò alla Guerra di Crimea.

Dopo la morte dei suoi tre fratelli, divenne erede della contea di Westmorland. Nel 1859 successe al padre e, l'anno seguente, si ritirò dall'esercito con il grado di colonnello. È stato l'aiutante di campo del duca di Cambridge (1856-1860).

Ippica[modifica | modifica wikitesto]

Dopo la carriera militare, egli divenne un membro del Jockey Club e proprietario di cavalli da corsa. Alla fine le sue finanze lo hanno costretto a vendere i suoi cavalli.

Matrimonio[modifica | modifica wikitesto]

Sposò, il 16 luglio 1857, Lady Adelaide Curzon (1835-1903), figlia di Richard Curzon-Howe, I conte di Howe e Lady Harriet Brudenell. Ebbero quattro figli:

Morte[modifica | modifica wikitesto]

Morì il 3 agosto 1891, all'età di 65 anni.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere dell'Ordine del Bagno - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine del Bagno

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ The Times Obituary 4 August 1891