Francesco di Lorena

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando l'imperatore Francesco Stefano di Lorena marito dell'imperatrice Maria Teresa d'Austria, vedi Francesco I di Lorena.
Duca di Lorena e Bar
Vaudémont

Lorraine Arms 1538.svg

Figli
  • Carlo (1486-?)
  • Francesco (1487-1487)
  • Antonio (1489-1544)
  • Anna (1490-1491)
  • Nicola (1493-giovane)
  • Isabella (1494-1508)
  • Claudio (1496-1550)
  • Giovanni (1498-1550)
  • Luigi (1500-1528)
  • Claudio (1502-giovane)
  • Caterina (1502-giovane)
  • Francesco (1506-1525)
Figli
  • Francesco (1517-1545)
  • Nicola (1524–1577)
    • Luisa, regina di Francia
  • Giovanna (1526–1532)
  • Antonio (1528 - giovane)
  • Anna (1496–1549)
  • Elisabetta (1530 - giovane)
Figli
Figli
Figli
Figli
Figli
  • Ferdinando Filippo (1608 - 1657)
  • Carlo V (1643–1690)
Figli
  • Leopoldo I (1679-1729))
  • Carlo Giuseppe (1680-1716)
  • Eleonora (1682)
  • Carlo Ferdinando (1683-1685)
  • Giuseppe Innocenzo (1685-1705)
  • Francesco Antonio (1689-1715)
Figli
  • Leopoldo (1699–1700)
  • Elisabetta Carlotta (1700–1711)
  • Luisa Cristina (*/† 1701)
  • Maria Gabriella Carlotta (1702–1711)
  • Luigi (1704–1711)
  • Giuseppa Gabriella (1706–1708)
  • Leopoldo Clemente Carlo (1707–1723)
  • Francesco III Stefano (1708–1765)
  • Eleonora (*/† 1710)
  • Elisabetta Teresa (1711–1741)
  • Carlo Alessandro (1712–1780)
  • Anna Carlotta (1714 - 1773)

Francesco di Lorena (1506Pavia, 24 febbraio 1525) fu un nobile e militare francese. Ebbe il titolo di Signore di Lambesc.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Era il settimo figlio maschio del duca Renato II di Lorena e della seconda moglie Filippina di Gheldria.

Giovanissimo, entrò a far parte dell'esercito francese divenendone un comandante. Scese in campo accanto a Francesco I di Francia partecipando alla Battaglia di Pavia. In particolare si distinse per aver comandato la cosiddetta "fascia nera" ossia mercenari al soldo del re di Francia. La "fascia nera" era composta da Lanzichenecchi che avevano rifiutato di prestare servizio sotto l'imperatore.

Durante il combattimento Francesco perse la vita. La battaglia venne comunque vinta da Carlo V.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Oman Charles. A History of the Art of War in the Sixteenth Century. London: Methuen & Co., 1937.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]