Francesco Toraldo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Francesco Toraldo (Napoli, 1585Napoli, 21 ottobre 1647) è stato un militare italiano.

Principe di Massa di Somma e duca della Palata, era figlio di Vincenzo, patrizio di Tropea, e Diana Filomarino.

Nel 1628 era maestro di campo nelle Fiandre dell'esercito spagnolo e col fratello Gaspare partecipò alla Battaglia di Nördlingen (1634). Nel 1637 penetrò a Breda assediata dall'Oranges.

Nel 1640 tornò a Napoli e fece parte del Consiglio Collaterale. Nel 1645 fu nominato consigliere collaterale del regno di Napoli. Nell'aprile 1647 sposò donna Alvina Frezza, vedova del duca Castro Pallavicini, da lui molto amata.

Nel luglio 1647 dopo la rivolta di Masaniello e la sua morte, il popolo si rivolse a lui per una mediazione infatti e Napoli ritornò calma. Ma dopo un tentativo di far passare l'Annese dalla parte dei spagnoli, e un fallito attentato contro gli spagnoli di cui egli era informato, fu accusato di tramare contro il popolo fu catturato nella strada della Pietra del pesce, il principe confessò che era fedele solo al Re, decapitato in piazza del Mercato, con la testa infilata in un palo e il corpo nudo trascinato per le strade.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie