Francesco Mignone

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Francesco Mignone (Savona, 4 giugno 1884Fossalta di Piave, 17 giugno 1918) è stato un militare italiano.

Maggiore di fanteria, comandante del III battaglione del 232º reggimento della brigata "Avellino", partecipò alla battaglia del Solstizio e morì eroicamente presso l'ansa di Lampol. Il 31 maggio 1923 gli fu conferita la medaglia d'oro al valor militare alla memoria.

I suoi resti riposano nell'ossario di Fagarè della Battaglia.

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Medaglia d'oro al valor militare - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia d'oro al valor militare
«Comandante di un battaglione a difesa di importante posizione, attaccato su di un fianco e quindi accerchiato, fieramente resisteva a forze nemiche di molto superiori, ne respingeva, contrattaccando, gli accaniti e ripetuti assalti, persistendo tre giorni in disperata lotta senza retrocedere di un passo, finché, impegnatasi la lotta corpo a corpo, eroicamente combattendo fra i suoi soldati, cadeva sul posto del dovere e dell’onore, divenuto base della riconquista completa. Fulgida sentinella isolata oltre le nostre linee e simbolo delle più alte virtù militari[1].»
— Ansa di Lampol (Piave), 15-17 giugno 1918.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Medaglia d'oro al valor militare Francesco Mignone, Quirinale. URL consultato il 10 ottobre 2011.
biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie