Francesco Messineo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Francesco Messineo (Cefalù, 13 maggio 1946) è un magistrato italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Si è laureato a Palermo nel 1967. È stato docente di Diritto civile. È in magistratura dal 1971. Divenuto pretore ad Alcamo, nel 1973 è passato a Palermo come sostituto procuratore. Dal 1977 al 1980 è stato giudice del tribunale di Caltanissetta e nel 1986 è diventato sostituto procuratore generale a Palermo. Dal 1989 al 1994 è stato capo della allora Procura della Repubblica presso la Pretura Circondariale di Caltanissetta e poi procuratore di Termini Imerese. Nel maggio 2002 è tornato a Caltanissetta come Procuratore Capo presso il Tribunale, subentrando a Giovanni Tinebra. Aderente a Unità per la Costituzione[1], il gruppo centrista e maggioritario del CSM.[2]

Dal 2006 è Procuratore della Repubblica presso il tribunale di Palermo e capo della Direzione distrettuale antimafia di Palermo, succedendo a Piero Grasso.[2].

È membro della Fondazione Costa e della Fondazione Chinnici.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sito ufficiale di Unità per la Costituzione: [1]
  2. ^ a b Informazioni biografiche tratte da Il Corriere Online, articolo del 13 luglio 2005, [2]