Francesco Dominici

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Francesco Dominici (1885L'Avana, 3 febbraio 1968) è stato un tenore italiano, particolarmente ammirato nei ruoli comici.

Debuttò come Fernando in La favorita di Donizetti al Teatro Donizetti di Bergamo nel 1914. Creò il ruolo di Prunier nella première del 1917 della Rondine di Puccini al Grand Théâtre di Montecarlo, ruolo che interpretò in molti altri teatri, tra cui il Teatro Comunale di Bologna. Negli anni seguenti interpretò molti ruoli importanti al Teatro Costanzi di Roma, tra cui Rodolfo nella Bohème, Fenton nel Falstaff di Verdi ed Ernesto in Don Pasquale di Donizetti. All'inizio degli anni 1920 fu in servizio alla Scala di Milano, dove interpretò ruoli buffi da comprimario piuttosto che da protagonista. Nel 1921, cantò come Cajus nel Falstaff alla Scala e nel 1922 fu Filipeto nella prima rappresentazione scaligera de I quatro rusteghi di Ermanno Wolf-Ferrari. Nel 1926 creò il ruolo di Altoum nella première di Turandot di Puccini alla Scala. Nel 1929 andò in tournèe con la scala in Germania. Altri ruoli che Dominici interpretò alla Scala furono David ne I maestri cantori di Norimberga di Wagner, Monostatos ne Il flauto magico di Mozart e Neipperg in Madame Sans-Gêne di Umberto Giordano. Nel 1931 si trasferì a Cuba dove insegnò musica per molti anni. Morì all'Avana nel 1968.[1]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) The CLASSICAL music almanac: FEBRUARY 3, CLASSICalmanac. URL consultato il 15 dicembre 2013.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]