Francesco Barone

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Francesco Barone

Francesco Barone (Torino, 21 settembre 1923Viareggio, 27 dicembre 2001) è stato un filosofo italiano.

Biografia accademica[modifica | modifica sorgente]

Laureato in Filosofia nel 1946, ha vissuto a Viareggio; ha insegnato, dal 1958, Filosofia teoretica all'Università di Pisa, dove è stato Preside della facoltà di Lettere e filosofia dal 1967 al 1968. Ha insegnato anche, presso la Scuola Normale Superiore di Pisa, Filosofia morale dal 1958 al 1974 ed è stato titolare della cattedra di Filosofia della scienza dal 1987 al 1990.

Allievo di Augusto Guzzo e Nicola Abbagnano, si è dedicato maggiormente a studi di storia e filosofia della scienza, pubblicando numerosi libri. Nel 1979 ha curato l'edizione italiana delle opere di Niccolò Copernico. Socio nazionale dell'Accademia delle scienze di Torino e di quella di Napoli è stato presidente del centro del CNR di Milano degli studi del pensiero del Cinquecento e del Seicento nei suoi rapporti con la scienza.

Il pensiero[modifica | modifica sorgente]

Particolarmente interessato alla filosofia di Nicolai Hartmann, Barone ne ha tratto spunto per un confronto tra la dottrina realistica e quella neoidealista. La sua riflessione filosofica si è in seguito accentrata su i problemi epistemologici e della filosofia della scienza.

Come pubblicista ha affrontato temi etico-politici sul rapporto tra individuo e società dal punto di vista della ideologia liberale e liberista.

Il tema principale delle opere di Barone riguarda la filosofia della scienza e la storia della scienza e della tecnica. Dobbiamo a lui la prima pubblicazione in Italia di una monografia sulla filosofia neopositivistica.

Il suo pensiero si contraddistingue per lo stretto rapporto tra epistemologia e storiografia della scienza, settore questo dove Barone ha preso in particolare considerazione il tema della nascita dell'astronomia moderna da Niccolò Copernico a Keplero e Galilei.

Intorno agli anni sessanta, inoltre, Barone si è dedicato con particolare attenzione agli sviluppi culturali, epistemologici e filosofici della nascente informatica.

Opere[modifica | modifica sorgente]

  • L'ontologia di Nicolai Hartmann, Edizioni di Filosofia, Torino, 1948.
  • Il neopositivismo logico, Edizioni di Filosofia, Torino, 1953, 2ª ed., Laterza, Roma-Bari, 1977; 3ª ed. ivi, 1986.
  • Nicolai Hartmann nella filosofia del Novecento, Torino, 1957.
  • Logica formale e logica trascendentale, vol. I, Edizioni di Filosofia, Torino, 1957; vol. II, Edizioni di Filosofia, Torino, 1965 (Nuova edizione Unicopli, Milano, 2000).
  • Determinismo e indeterminismo nella metodologia scientifica contemporanea, Torino, 1959.
  • Immagini filosofiche della scienza, Laterza, Roma-Bari, 1983.
  • Teoria ed osservazione nella metodologia scientifica, Napoli, 1990.
  • Verso un nuovo rapporto tra scienza e filosofia, Torino, 1994.
  • Scritti di logica di G.W.Leibniz (a cura di F.Barone) Bologna, 1968, 2ª ed. Laterza, Roma-Bari, 1992.
  • Opere di Nicola Copernico (a cura di F.Barone), UTET, Torino, 1979.
  • La fondazione dell'ontologia di Nicolai Hartmann (a cura di F.Barone), Bompiani, Milano, 1983.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • «Barone, Francesco», la voce in Enciclopedie on line, sito "Treccani.it L'Enciclopedia italiana".

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]