Francesco Auriti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
sen. Francesco Auriti
Stemma del Regno d'Italia Parlamento del Regno d'Italia
Senato del Regno d'Italia
Luogo nascita Guardiagrele
Data nascita 24 febbraio 1822
Luogo morte Roma
Data morte 3 aprile 1896
Legislatura XV

Francesco Auriti (Guardiagrele, 24 febbraio 1822Roma, 3 aprile 1896) è stato un politico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Di famiglia nobiliare di Guardiagrele conseguì la laurea in giurisprudenza a Napoli. Nel 1845 iniziò ad esercitare a Chieti la libera professione. Dopo i moti del 1848 assunse la difesa degli imputati implicati nelle rivolte. Inoltre dovette difendere anche se stesso per la sua partecipazione alla campagna rivoluzionaria. Per questo fu condannato a diversi mesi di carcere e all’interdizione per un anno all’esercizio professionale. Nel 1860 fu capitano della Guardia Nazionale del capoluogo Teatino. Nel 1861 fu nominato giudice di Gran Corte Civile presso il tribunale dell’Aquila. Successivamente fu Sostituto Procuratore Generale a Napoli, e quindi Consigliere di Cassazione a Palermo. Fu promosso Procuratore Generale a Trani e, nel 1874, primo Presidente della Corte d’Appello della città pugliese. Nel 1875, fu nominato Presidente di Sezione della Corte di Cassazione, poi, dal 1886, Procuratore Generale.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere di Gran Croce decorato di Gran Cordone dell'Ordine della Corona d'Italia - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce decorato di Gran Cordone dell'Ordine della Corona d'Italia
Grand'Ufficiale dell'Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro - nastrino per uniforme ordinaria Grand'Ufficiale dell'Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie