Francesco Amirante

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Francesco Amirante
Francesco Amirante ricevuto al Quirinale da Giorgio Napolitano (30 novembre 2010)

Francesco Amirante ricevuto al Quirinale da Giorgio Napolitano (30 novembre 2010)


Presidente della Corte costituzionale
Durata mandato 25 febbraio 2009 –
7 dicembre 2010
Predecessore Giovanni Maria Flick
Successore Ugo De Siervo

Francesco Amirante (Napoli, 16 aprile 1933) è un magistrato italiano, presidente della Corte costituzionale dal 25 febbraio 2009 al 7 dicembre 2010.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Si laurea in giurisprudenza presso l'ateneo di Napoli. Entra in magistratura nel 1958 e lavora come pretore a Forlì, Vicenza e Lagonegro. Dopo vari anni trascorsi presso la sezione fallimentare del tribunale di Napoli, dal 1980 è passato alla Corte di Cassazione, dove è stato dapprima addetto all'ufficio del massimario e del ruolo, e poi applicato alla sezione lavoro, di cui è diventato consigliere e, infine, presidente di sezione. Dal 1987 è stato componente fisso delle sezioni unite della Suprema Corte.

Il 23 novembre 2001 è stato eletto alla Corte costituzionale nella quota riservata alla Corte di Cassazione; ha assunto le sue funzioni dopo aver giurato al Quirinale il 7 dicembre dello stesso anno.
Il 14 novembre 2008 è stato nominato vicepresidente della Corte dal neoeletto presidente Giovanni Maria Flick. Il 25 febbraio 2009 viene eletto presidente. Il mandato è scaduto il 7 dicembre 2010.[1]

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Cavaliere di gran croce dell'Ordine al merito della Repubblica italiana - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di gran croce dell'Ordine al merito della Repubblica italiana
«Giudice costituzionale. Di iniziativa del Presidente della Repubblica»
— 27 febbraio 2002[2]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Sito web della Corte costituzionale: note biografiche presidente.
  2. ^ Sito web del Quirinale: dettaglio decorato.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]