François de La Rochefoucauld (scrittore)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
François VI, duc de La Rochefoucauld, prince de Marcillac

François de La Rochefoucauld (Parigi, 15 settembre 1613Parigi, 17 marzo 1680) è stato uno scrittore, filosofo e aforista francese.

Nacque a Parigi in Rue des Petits Champs, in un tempo in cui la corte reale oscillava tra l'aiutare la nobiltà e il minacciarla. Di famiglia nobile, fu introdotto a corte giovanissimo, partecipò a vari complotti contro il cardinale Richelieu e contro il cardinale Mazarino (Fronda parlamentare), conobbe la prigione e l'esilio, finché, deluso, abbandonò ogni impegno politico e si dedicò alla vita mondana. Animatore di salotti letterari, si legò di tenera amicizia con Madame de La Fayette.

Nel 1665 pubblicò la raccolta Riflessioni o sentenze e massime morali, poi ampliata nel 1678; la raccolta comprende 504 massime, precedute da una premessa il cui autore ufficiale è l'editore, dietro il quale però si cela, secondo l'uso, La Rochefoucauld stesso. Dalla prima edizione delle Riflessioni l'autore espunse poi 74 massime, alle quali se ne possono aggiungere altre 61, pubblicate postume e desunte da manoscritti, epistole, edizioni estere, supplementi alle varie edizioni e testimonianze di contemporanei dell'autore.

Matrimonio e discendenza[modifica | modifica wikitesto]

Blasone

Sposò nel 1628, a 15 anni, Andrée de Vivonne (†1670) dalla quale ebbe otto figli:

  • François VII de La Rochefoucauld (1634-1714)
  • Charles de La Rochefoucauld (1635-1692)
  • Marie Catherine de La Rochefoucauld (1637-1711)
  • Henriette de La Rochefoucauld (1638-1721)
  • Françoise de La Rochefoucauld (1641-1708)
  • Henri Achille de La Rochefoucauld (1642-1698)
  • Jean Baptiste de La Rochefoucauld (1646-1672)
  • Alexandre de La Rochefoucauld (1655-1721)

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 46763296 LCCN: n50043410