François L'Hermite

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
François L'Hermite

François L'Hermite, sieur de Soliers, detto Tristan L'Hermite (Soliers, 1601Parigi, 7 settembre 1655), è stato uno scrittore e drammaturgo francese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver soggiornato in Inghilterra e in Norvegia, fu al servizio del duca d'Orléans, poi del duca di Guisa. Nel 1649 entrò all'Académie Française.

Lirico raffinato e malinconico, di ispirazione marinista, scrisse anche un romanzo picaresco di argomento autobiografico, Le page disgracié ("Il paggio disgraziato", del 1643) e alcune tragedie la prima delle quali, Mariane, del 1636, è una delle più intense del secolo, e riscosse un successo paragonabile al Cid di Corneille, anticipandone in parte alcuni temi.

Fra i suoi lavori poetici, ricchi di un aggraziato lirismo, spiccano Les plaints d'Acanthe, ("I lamenti di Acanthe", del 1633) e le raccolte di versi del 1641-1648: Amours, ("Amori"); La lyre, ("La lira") e Vers heroïques, ("Versi eroici").

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 95161831 LCCN: n79113978