François Eisen

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Musicisti di strada (1762)

François o Frans Eisen (Bruxelles, 1695 circa – Parigi, 1778 -1798) è stato un pittore, incisore e decoratore fiammingo, d'interni, che operò soprattutto in Francia[1].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Padre di Charles e Louis Eisen, fu apprendista di Pierre Roger nel 1705-1706 a Valenciennes e nel 1716 divenne membro della locale Corporazione di San Luca[1]. Nel 1732 ritornò a Bruxelles, dove operò fino al 1745[1]. Nello stesso anno si trasferì a Parigi dove rimase e lavorò fino al 1778[1].

Dipinse soggetti di genere, in particolare relativi alla pesca, allegorici, mitologici, paesaggi e ritratti[1]. Riprese soggetti resi popolari da altri artisti, come François Boucher e Jean-Honoré Fragonard: giochi, venditori di cialde e sultani, con cui probabilmente realizzava quadri da studiolo per mercanti d'arte in base alle richieste della ricca borghesia[2]. Eseguì numerose acqueforti da opere del Rubens, tra cui Gesù Cristo dona le chiavi a san Pietro[3].

Fu suo allievo il figlio Charles[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]


Controllo di autorità VIAF: 95853964