François Chabaud

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
François Chabaud
Francois Chabaud Ironman 70.3 Austria 2012.jpg
Dati biografici
Nazionalità Francia Francia
Triathlon Triathlon pictogram.svg
Palmarès
Transparent.png Mondiali Long Distance
Argento Almere 2008 Élite uomini
Bronzo Immenstadt 2010 Élite uomini
Bronzo Nizza 2000 Élite uomini
Statistiche aggiornate al 5 novembre 2010

François Chabaud (Salon-de-Provence, 5 settembre 1971[1]) è un triatleta francese.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

François Chabaud, è un triatleta francese che si è distinto a livello internazionale nelle gare di triathlon su distanza media e lunga. Ha vinto un argento e due bronzi ai mondiali di triathlon di long distance.

Nel 1996 partecipa agli europei di Szombathely in Ungheria su distanza olimpica, classificandosi 12º assoluto in 1:44:40. La gara viene vinta dal belga Luc Van Lierde in 1:42:32, davanti all'olandese Dennis Looze (1:42:38) e al tedesco Ralf Eggert (1:43:10).

Nel 1997 partecipa ai mondiali di Nizza su distanza lunga. Si classifica al 17º posto con un tempo di 5:56:09, a più di venti minuti dal vincitore, il belga Van Lierde (5:35:44). Da questo omento in avanti si dedicherà soltanto alle gare su distanza lunga (Ironman inclusi).

Nel 1999 è la volta dei mondiali di Sater, dove si classifica 12º in 5:56:36. Il campione uscente, il danese Peter Sandvang vince in 5:44:04.

Nel 2000 vince la medaglia di bronzo mondiali di Nizza con un tempo di 6:26:49, alle spalle del danese Sandvang (6:22:00) e del connazionale Cyrille Neveu (6:23:16), nonostante una frazione finale fatta in 1:50:51 che non gli permette di recuperare il gap accumulato nella frazione ciclistica (7' dai primi due).

Nel 2002 si ripresenta ai mondiali di Nizza, vinti dal connazionale Neveu in 6:19:45, classificandosi 7º assoluto con un tempo di 6:29:14. Nello stesso anno vince l'Ironman France con un tempo di 8:55:03 (nuoto in 0:49:27, bici in 04:59:01; corsa in 03:02:31), davanti a Stefan Riesen (8:56:06) e al tedesco Timo Bracht (9:18:51). Realizza, quindi, una gran performance all'Ironman Hawaii classificandosi 6º assoluto in 8:40:39 (nuoto in 0:52:14, bici in 04:39:17; corsa in 03:05:57), dopo aver messo a referto il secondo miglior tempo nella frazione ciclistica alle spalle di Thomas Hellriegel (4:34:52). La gara viene vinta dallo statunitense Timothy DeBoom in 8:29:56 (nuoto in 0:52:02, bici in 04:45:21; corsa in 02:50:23).

Nel 2005 alla rassegna iridata di Fredericia è 8° in 5:48:25 a meno di 7' dal vincitore Viktor Zyemtsev (5:41:40). Nello stesso anno si classifica 2º all'Ironman UK con un tempo di 9:07:29 (nuoto in 0:47:21, bici in 05:16:00; corsa in 03:00:52) alle spalle del neozelandese Bryan Rhodes che vince in 8:42:14 (nuoto in 0:45:31, bici in 04:59:17; corsa in 02:53:55).

Nel 2006 si classifica 3º all'Ironman France con un tempo finale di 8:53:10 (nuoto in 0:44:51, bici in 04:57:16; corsa in 03:06:01), alle spalle del vincitore, lo spagnolo Marcel Zamora Perez (8:33:56) e del connazionale Hervé Faure (8:36:04).

Nel 2007 è la volta dei mondiali di Lorient, dove conclude al 13º posto in 3:40:34 in una gara vinta dal connzionale Julien Loy in 3:30:11.

Si ripresenta in gran forma nel 2008 ai mondiali di Almere, dove vince la medaglia d'argento in 5:45:36, alle spalle del connazionale Loy (5:43:22) e davanti al danese Martin Jensen (5:46:59). La gara viene decisa dalla migliore frazione podistica di Loy - 1:45:08 vs 1:47:14 di François.

L'anno successivo è 6° assoluto ai mondiali di Perth in 3:51:12, vinti dallo statunitense Timothy O'Donnell in 3:48:15.

Torna in zona medaglia e lo fa centrando un 3º posto assoulto nel 2010 ai mondiali di Immenstadt, concludendo la gara in 6:32:04, dietro al connazionale Sudrie (6:24:57) e allo statunitense O'Donnell (6:29:35). Nello stesso anno si classifica 2º alla gara long distance di Weihai alle spalle del danese Jimmy Johnsen.

Titoli[modifica | modifica sorgente]

  • Ironman
    • France - 2002


Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Scheda su efmtri.net (fr)

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]