François-Xavier Nguyên Van Thuán

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
François-Xavier Nguyễn Văn Thuận
cardinale di Santa Romana Chiesa
COA Cardinal Nguyenvanthuan.jpg
Gaudium et Spes
Nato 17 aprile 1928, Hué
Ordinato presbitero 11 giugno 1953
Consacrato vescovo 24 giugno 1967 dall'arcivescovo Angelo Palmas
Elevato arcivescovo 24 aprile 1975
Creato cardinale 21 febbraio 2001 da papa Giovanni Paolo II
Deceduto 16 settembre 2002, Roma

François-Xavier Nguyễn Văn Thuận (Huế, 17 aprile 1928Roma, 16 settembre 2002) è stato un cardinale e arcivescovo cattolico vietnamita.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nacque a Huế, Vietnam il 17 aprile 1928, e fu ordinato sacerdote l'11 giugno 1953. Apparteneva alla stessa famiglia, di antica tradizione cattolica, del Presidente sud-vietnamita Ngô Đình Diệm e dell'arcivescovo Pierre Martin Ngô Đình Thục, fratello di questi.

Nominato vescovo di Nha Trang il 13 aprile 1967, nel 1975 fu nominato arcivescovo di Saigon; il 15 agosto fu arrestato dalla polizia. Trascorse 13 anni in prigione di cui nove in isolamento. Venne liberato il 21 novembre 1988. Tale giornata è ricordata dalla Chiesa cattolica come festa della Presentazione della Beata Vergine Maria al Tempio, e proprio per questa coincidenza disse "La Madonna mi libera"[senza fonte].

Nel 1998 papa Giovanni Paolo II lo nominò Presidente del Pontificio Consiglio della Giustizia e della Pace.

Fu incaricato, sempre da Giovanni Paolo II, di tenere gli esercizi spirituali per la quaresima del 2000 per tutta la curia romana. Di lui il Papa disse:[1]

« Una vita spesa nell’adesione coerente ed eroica alla propria vocazione »
(Giovanni Paolo II)

Papa Giovanni Paolo II lo elevò al rango di cardinale nel concistoro del 21 febbraio 2001.

Morì il 16 settembre 2002 all'età di 74 anni.

Il 6 giugno 2012 le sue spoglie mortali vengono traslate con solenne cerimonia, presieduta dal cardinale Peter Kodwo Appiah Turkson, dalla tomba sita nel Cimitero del Verano ad una appositamente costituita presso la diaconia di Santa Maria della Scala, di cui il cardinale era stato titolare.

Il processo di beatificazione[modifica | modifica sorgente]

Il 22 ottobre 2010 si apre la fase diocesana del processo di beatificazione del porporato nel Palazzo Lateranense. Postulatore della Causa è il Cav. Dr. Waldery Hilgeman.

L'apertura di tale procedimento è risultato sgradito al governo vietnamita proprio per le condanne inflitte dallo Stato al porporato. In tale ottica, il Vietnam ha impedito ad un suo concittadino di lasciare il paese per andare a testimoniare nel processo di beatificazione a Roma.[2]

Il 5 luglio 2013 è terminata la fase diocesana della causa di beatificazione. Durante la funzione, il Cardinale Agostino Vallini ha definito Van Thuán "un autentico campione del Vangelo vissuto".[3]

Opere[modifica | modifica sorgente]

  • Il cammino della speranza, Città Nuova 1992
  • Cinque pani e due pesci, San Paolo Edizioni 1997
  • La speranza non delude, Città Nuova, 1997
  • Preghiere di speranza, Città Nuova 1997
  • Testimoni della speranza, Città Nuova, 2000

Genealogia episcopale[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Genealogia episcopale.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ La Voce del Papa e della Chiesa in dialogo con il mondo
  2. ^ www.asianews.it
  3. ^ www.vicariatusurbis.org

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • W la vita, notiziario di testimonianze e scritti sulla Serva di Dio Maria Orsola Bussone, 2 dicembre 2007.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Vescovo di Nha Trang Successore BishopCoA PioM.svg
Raymond-Marie-Marcel Piquet 13 aprile 1967 - 24 aprile 1975 Paul Nguyên Van Hòa
Predecessore Vescovo titolare di Vadesi Successore BishopCoA PioM.svg
Manuel Martín del Campo Padilla 24 aprile 1975 - 21 febbraio 2001 Guillermo Dela Vega Afable
Predecessore Presidente del Pontificio Consiglio per la Giustizia e per la Pace Successore Emblem Holy See.svg
Roger Etchegaray 24 giugno 1998 - 16 settembre 2002 Renato Raffaele Martino
Predecessore Cardinale diacono di Santa Maria della Scala Successore CardinalCoA PioM.svg
Carlos Oviedo Cavada 21 febbraio 2001 - 16 settembre 2002 Stanislaw Kazimierz Nagy

Controllo di autorità VIAF: 76368419 LCCN: n95110601