François-Joseph Navez

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Autoritratto

François-Joseph Navez (Charleroi, 1787Bruxelles, 1869) è stato un pittore belga.

Cenni biografici[modifica | modifica wikitesto]

Di chiara impostazione neoclassica, fu allievo dapprima di Pierre-Joseph Célestin François a Bruxelles, poi a Parigi, dal 1813 al 1816, di Jacques-Louis David. Trascorse quindi quattro anni in Italia, fra il 1817 e il 1821. Navez eccelse nell'arte del ritratto, per la quale acquisì una notevole fama, ma si produsse anche con successo in quadri storici e mitologici.

Fu Direttore dell'Accademia reale di Belle arti di Bruxelles dal 1835 al 1862 ed ebbe numerosi allievi. Fra questi si possono citare: Jean-François Portaels, Alfred Stevens, Alfred Cluysenaar, Fanny Corr e Auguste Danse.

Navez fu anche membro fondatore della Commissione reale per i Monumenti, creata nel 1835. Nelle città di Schaerbeek e di Charleroi gli è stata intitolata una strada.

Opere principali[modifica | modifica wikitesto]

  • 1816 : Sainte Véronique de Milan, Museo di Belle arti di Gand.
  • 1816 : La Famille de Hemptinne, Musei reali di Belle arti del Belgio, a Bruxelles.
  • 1821 : Scène de brigands, collezione privata.
  • 1829 : La Nymphe Salmacis et Hermaphrodite, Museo di Belle arti di Gand.
  • 1830 : Songe d'Athalie, Musei reali di Belle arti del Belgio, a Bruxelles.
  • 1831 : Portrait d'un jeune homme songeur Museo del Louvre, Parigi.
  • 1834 : Le Sommeil de Jésus, Chiesa dell'Assunta a Houyet.
  • 1836 : Portrait de David, Museo di Belle arti di Montréal.
  • 1844 : Notre-Dame des Affligés, Chiesa di S. Antonio, a Charleroi.
  • 1851 : Le Retour du Jubilé, di Mans.
  • Trois Dames de Gand, Museo del Louvre, Parigi.


Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]


Controllo di autorità VIAF: 54320066 LCCN: nr00018919