François-André Vincent

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
François Vincent.
Ritratto di Adélaïde Labille-Guiard

François-André Vincent (Parigi, 30 dicembre 1746Parigi, 3 agosto 1816) è stato un pittore neoclassico francese.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Allievo prima del padre, il miniaturista e professore dell’Accademia di San Luca François-Élie Vincent, poi di Joseph-Marie Vien, François Vincent vinse il Prix de Rome nel 1768 e soggiornò a Roma dal 1771 al 1775. Fu ammesso all’Académie royale nel 1777, esponendo regolarmente nei Salon. Nel 1799 sposò Adélaïde Labille-Guiard, pittrice e miniaturista, che gli fece anche il ritratto.

Considerato capo della scuola neoclassica e principale rivale di Jacques-Louis David, fu presto eclissato dalla maggior fama di quest'ultimo, dal quale lo dividevano anche le posizioni politiche, giacobino David e monarchico Vincent.

Fu tra i primi membri dell’Académie des Beaux-Arts, la nuova istituzione creata al posto dell'Académie royale nel 1795. Nel suo studio si formarono molti nuovi pittori, fra i quali Charles Thévenin, Antoine Ansiaux, Charles Meynier, François-Joseph Heim e Charles Paul Landon.

È sepolto nel cimitero parigino Père Lachaise.





Galleria[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]


Controllo di autorità VIAF: 66569236 LCCN: no89014066