Frammento (genere letterario)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Frammento è un genere letterario costituito da scrittura in prosa di notevole brevità. Si tratta di una forma di scrittura molto antica, presente in moltissime civiltà.

Grande esponente del genere del frammento fu, nell'Ottocento, Giacomo Leopardi, con il suo monumentale Zibaldone.

Esempio di frammenti sono i Cahiers di Paul Valery, giornale intellettuale e psicologico a cui il poeta attese a lungo e che vide la pubblicazione, essenzialmente, solo dopo la sua morte.

Il frammento, in taluni casi, può assumere una compiutezza tale da riconciliarsi con la narratività, e quindi assumere forme che appartengono alla letteratura più "costruita": un esempio, nella letteratura del Novecento, sono i Quaderni in ottavo di Franz Kafka.

Anche un frammento estremamente conciso può raggiungere la forma completa di un racconto: un esempio di narratività estremamente brachilogica si ha ne Il dinosauro dello scrittore guatemalteca Augusto Monterroso; in questo caso, la narrazione è espressa in un racconto così icastico da essere racchiusa, e conclusa, in una singola frase: Cuando despertó, el dinosaurio todavía estaba allí (in italiano, "Quando si svegliò, il dinosauro era ancora lì" ). La frase è indicata da Italo Calvino come il più breve racconto della letteratura universale.

Da Walter Benjamin vi è l'esempio di un libro su Baudelaire a cui lavorò una vita intera senza mai giungere a completarlo: questo esempio di scrittura incompiuta appartiene anch'essa al genere del frammento.

Il frammento può spaziare dal microsaggio all'aforisma, come in Minima Moralia di Theodor Adorno, affresco critico del Novecento, e della sua società, entrambi consegnati all'omologazione culturale.

Esempi[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura