Frédéric Etsou-Nzabi-Bamungwabi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Frédéric Etsou-Nzabi-Bamungwabi, C.I.C.M.
cardinale di Santa Romana Chiesa
Etsou.jpg
Template-Cardinal (Metropolitan Archbishop).svg
Incarichi ricoperti
Nato 3 dicembre 1930, Mazalonga
Ordinato presbitero 13 luglio 1958 dal vescovo François Van den Berghe, C.I.C.M.
Nominato arcivescovo 8 luglio 1976 da papa Paolo VI (poi beato)
Consacrato arcivescovo 7 novembre 1976 dal cardinale Joseph-Albert Malula
Creato cardinale 28 giugno 1991 da papa Giovanni Paolo II (poi santo)
Deceduto 6 gennaio 2007, Lovanio

Frédéric Etsou-Nzabi-Bamungwabi (Mazalonga, 3 dicembre 1930Lovanio, 6 gennaio 2007) è stato un cardinale e arcivescovo cattolico della Repubblica Democratica del Congo.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo gli studi alla scuola cattolica di Boyange ed al nel Seminario Minore di Bolongo, nel 1949 fece il suo ingresso nel Seminario Maggiore di Kabwe dove completò il primo ciclo di filosofia e studiò per un anno di teologia. Nel 1954 iniziò il suo noviziato nella Congregazione del Cuore Immacolato di Maria per la quale, dopo aver completato gli studi di teologia, fu ordinato sacerdote dal vescovo François Van den Berghe il 13 luglio 1958.

Dopo aver ricoperto l'incarico di vicario in due parrocchie di Kinshasa, fu inviato in Europa per completare la sua formazione e si laureò in sociologia presso l'Istituto Cattolico di Parigi ed in teologia pastorale alla "Lumen Vitae" di Bruxelles; inoltre studiò scienze e lettere presso l'Istituto di Studi Superiori d'Oltremare di Parigi. Nel 1968 tornò in patria dove ricoprì vari incarichi parrocchiali ed ai vertici della sua congregazione.

L'8 luglio 1976 papa Paolo VI lo nominò arcivescovo titolare di Menefessi e coadiutore di Mbandaka-Bikoro e fu consacrato vescovo il successivo 7 novembre dal cardinale Joseph-Albert Malula, coconsacranti il vescovo Albert Tshomba Yungu e l'allora arcivescovo di Mbandaka-Bikoro Pierre Wijnants al quale succedette l'11 novembre 1977. Poco tempo dopo fu eletto vicepresidente della conferenza episcopale dell'allora Zaire.

Papa Giovanni Paolo II lo nominò arcivescovo metropolita di Kinshasa il 7 luglio 1990 e lo creò cardinale nel concistoro del 18 giugno 1991 del titolo di Santa Lucia a Piazza d'Armi.

Dal 2000 al 2004 fu presidente della conferenza episcopale della Repubblica Democratica del Congo.

Da tempo malato fu ricoverato in Belgio presso la Clinica Universitaria di Lovanio dove morì.

Genealogia episcopale[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Genealogia episcopale.

Successione apostolica[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Successione apostolica.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Vescovo titolare di Menefessi
(titolo personale di arcivescovo)
Successore BishopCoA PioM.svg
Ignatius John Doggett, O.F.M. 8 luglio 1976 - 11 novembre 1977 István Ács, O.S.P.P.E.
Predecessore Arcivescovo metropolita di Mbandaka-Bikoro Successore ArchbishopPallium PioM.svg
Pierre Wijnants, M.S.C. 11 novembre 1977 - 7 luglio 1990 se stesso come amministratore apostolico
Predecessore Vice-presidente della Conferenza Repubblica Democratica del Congo Successore Mitra heráldica.svg
 ? 1979 - 1984  ?
Predecessore Amministratore apostolico di Mbandaka-Bikoro Successore ArchbishopPallium PioM.svg
se stesso come arcivescovo 7 luglio 1990 - 11 ottobre 1991 Joseph Kumuondala Mbimba
(Arcivescovo metropolita)
Predecessore Arcivescovo metropolita di Kinshasa Successore ArchbishopPallium PioM.svg
Joseph-Albert Malula 7 luglio 1990 - 6 gennaio 2007 Laurent Monsengwo Pasinya
Predecessore Cardinale presbitero di Santa Lucia a Piazza d'Armi Successore CardinalCoA PioM.svg
Timothy Manning 18 giugno 1991 - 6 gennaio 2007 Théodore-Adrien Sarr
Predecessore Presidente della Conferenza Episcopale della Repubblica Democratica del Congo Successore Mitra heráldica.svg
Faustin Ngabu 2000 - 2004 Laurent Monsengwo Pasinya
Controllo di autorità VIAF: (EN29222222 · LCCN: (ENno2003060775