Foxcatcher - Una storia americana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Foxcatcher)
Foxcatcher - Una storia americana
Foxcatchеr (film).png
Channing Tatum e Steve Carell in una scena
Titolo originale Foxcatcher
Lingua originale inglese
Paese di produzione Stati Uniti d'America
Anno 2014
Durata 134 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 1,85 : 1
Genere drammatico, biografico, sportivo
Regia Bennett Miller
Soggetto Mark Schultz
Sceneggiatura Dan Futterman, E. Max Frye
Produttore Bennett Miller, Anthony Bregman, Megan Ellison, Jon Kilik
Produttore esecutivo Michael Coleman, Tom Heller, Ted Schipper, Ron Schmidt
Casa di produzione Annapurna Pictures, Likely Story, Media Rights Capital
Distribuzione (Italia) BiM Distribuzione
Fotografia Greig Fraser
Montaggio Stuart Levy
Effetti speciali Jim Heastings
Musiche Mychael Danna
Scenografia Jess Gonchor
Costumi Kasia Walicka-Maimone
Trucco Bill Corso, Dennis Liddiard
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Foxcatcher - Una storia americana (Foxcatcher) è un film del 2014 diretto e prodotto da Bennett Miller, con protagonisti Channing Tatum, Mark Ruffalo e Steve Carell. La pellicola tratta la storia vera dell'assassinio del lottatore campione olimpico alle Olimpiadi del 1984 a Los Angeles Dave Schultz, avvenuta nel 1996 per mano di John du Pont, amico ed allenatore del lottatore.

Il film è l'adattamento cinematografico dell'autobiografia Foxcatcher. Una storia vera di sport, sangue e follia (Foxcatcher: The True Story of My Brother's Murder, John du Pont's Madness, and the Quest for Olympic Gold), scritta nel 2014 da Mark Schultz, fratello di David, anch'esso campione olimpico nel 1984. L'autobiografia è stata scritta insieme alla sceneggiatura, ed in Italia viene pubblicata da Sperling & Kupfer il 20 gennaio 2015.

La pellicola partecipa in concorso alla 67ª edizione del Festival di Cannes[1]. Ha ricevuto anche cinque nomination ai Premi Oscar 2015, tra cui le principali per miglior regia, miglior attore protagonista e miglior sceneggiatura originale.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Mark e Dave Schultz sono due fratelli, campioni olimpici di lotta libera. Sono molto uniti, Mark però si sente spesso oscurato dalla fama del fratello.

Un giorno Mark viene contattato dal milionario John E. du Pont, erede della famiglia du Pont, che gli propone di unirsi al Team Foxcatcher, che lui stesso ha istituito e allena per i Campionati del Mondo. Mark accetta. Du Pont tenta di coinvolgere anche Dave, che però declina in quanto non vuole obbligare la famiglia a un trasloco in Pennsylvania.

Grazie all'aiuto finanziario di du Pont e agli allenamenti con gli altri membri del Team, Mark riesce a vincere l'oro ai Campionati del Mondo del 1987. Si avvicina quindi sempre più a du Pont, che lo considera un amico e gli rivela quindi il complicato rapporto con la madre, Jean du Pont, che considera la lotta come un sport di basso livello. Inoltre, Du Pont inizia Mark all'utilizzo di cocaina.

Un giorno Mark e gli altri lottatori decidono di saltare gli allenamenti per guardare un match di arti marziali miste in TV. Questo scatena l'ira di du Pont nei confronti di Mark, il magnate decide quindi di convincere Dave a tutti i costi a trasferirsi lì, che accetta e si trasferisce quindi in Pennsylvania con la famiglia. Mark, intanto, ferito da du Pont, perde la stima in sé stesso e si isola dagli altri lottatori, finendo con l'allenarsi da solo.

Alle fasi eliminatorie delle Olimpiadi del 1988, Mark perde il suo primo match. Solo grazie all'aiuto del fratello riesce a risollevarsi e a vincere gli incontri successivi, qualificandosi per le Olimpiadi. Dave si accorge dell'assenza di du Pont ai match: gli viene detto che è ritornato a casa a seguito della morte della madre.

Mark perde l'incontro alle Olimpiadi di Seul: come aveva anticipato al fratello, decide di lasciare il Team Foxcatcher, mentre Dave decide di rimanere per allenare gli altri lottatori.

Mesi dopo, du Pont riguarda un documentario girato proprio sul Team Foxcatcher: in una scena si vede Mark che lo definisce come "un mentore" oltre che come un allenatore, mentre nella diretta in tv, hanno tagliato la scena. Questo scatena la follia di Du Pont: va alla dependance in cui vive Dave con la famiglia e quando lo trova in giardino gli spara, urlando "Che problema hai con me?". Nancy, la moglie di Dave, accorre e lui muore fra le sue braccia. Du Pont viene in seguito arrestato e dai titoli di coda si viene a sapere che morirà nel 2010 in carcere e che invece Mark Schultz continua a praticare stage di lotta.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Le riprese del film sono iniziate il 15 ottobre 2012[2] e si sono svolte interamente nello Stato della Pennsylvania, tra le città di Sewickley Heights, Edgeworth, Pittsburgh, McKeesport e Monroeville[3]. Le riprese sono terminate nel mese di gennaio 2013[4].

Cast[modifica | modifica wikitesto]

Per il ruolo di John du Pont, la prima scelta della produzione fu l'attore Gary Oldman, ma il ruolo andò poi a Steve Carell[5].

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il primo trailer viene diffuso online il 26 settembre 2013[6].

Il film è stato presentato, in anteprima mondiale, il 7 novembre 2013 all'AFI Fest[7].

La pellicola, che doveva essere inizialmente distribuita il 20 dicembre 2013 negli Stati Uniti d'America, viene rimandata al 14 novembre 2014 dalla Sony Pictures Classics con la motivazione di avere più tempo per lavorare al film[6]. In Italia è stato distribuito il 12 marzo 2015 dalla BiM Distribuzione.

Divieto[modifica | modifica wikitesto]

La pellicola, negli Stati Uniti, è stata giudicata Restricted, ovvero vietata ai minori di 17 anni non accompagnati da un maggiorenne, per la presenza di scene di violenza e uso di droghe[8].

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Cannes, bestmovie.it. URL consultato il 17 aprile 2014.
  2. ^ (EN) Riprese, IMDb Official Site. URL consultato il 27 settembre 2013.
  3. ^ (EN) Location, IMDb Official Site. URL consultato il 27 settembre 2013.
  4. ^ (EN) Fine riprese, triblive.com. URL consultato il 27 settembre 2013.
  5. ^ (EN) Gary Oldman, IMDb Official Site. URL consultato il 27 settembre 2013.
  6. ^ a b (IT) Trailer, badtaste.it. URL consultato il 27 settembre 2013.
  7. ^ (EN) Presentazione, deadline.com. URL consultato il 27 settembre 2013.
  8. ^ (EN) Parents Guide for Foxcatcher, Internet Movie Database. URL consultato il 26 novembre 2014.
  9. ^ (EN) MTV Movie Awards 2015: See The Full Winners List, mtv.com, 12 aprile 2015. URL consultato il 19 aprile 2015.
  10. ^ (EN) MTV Movie Awards 2015 Winners, mtv.com, 12 aprile 2015. URL consultato il 19 aprile 2015.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]