Fovea

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Fovea (disambigua).

La fovea è una regione centrale della retina di massima acuità visiva.

Struttura dell'occhio umano con la fovea mostrata in basso

Anatomia[modifica | modifica sorgente]

La fovea è un avvallamento e di forma circolare nella retina, di circa 1,5 mm di diametro.[1] Qui c'è la massima concentrazione dei coni (ma soltanto quelli che permettono la visione del rosso e del verde), mentre sono del tutto assenti i bastoncelli.

Caratteristiche generali[modifica | modifica sorgente]

Non rappresenta la regione dalla quale parte il nervo ottico che collega la retina alla corteccia visiva del cervello. Infatti esso è disposto più medialmente rispetto a questa regione poiché il punto in cui è possibile localizzare l'emergenza del nervo ottico, è un punto cieco, cioè sono assenti neuroni sensitivi primari (coni e bastoncelli) dal momento che questo nervo è dato dai prolungamenti diretti verso il centro delle cellule gangliari. Quindi sarebbe funzionalmente sconveniente se questo punto cieco coincidesse con la porzione della retina dove arriva la massima informazione visiva.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Rafael C. Gonzalez e Richard E. Woods, Digital Image Processing, 2a ed, Prentice Hall, 2002, p. 37. ISBN 0-201-18075-8.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]