Foshan

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Foshan
città-prefettura
(ZH) 佛山
Foshan – Veduta
Localizzazione
Stato Cina Cina
Provincia Guangdong
Amministrazione
Prefetto Chen Yunxian
Segretario PCC Lin Yuanhe
Territorio
Coordinate 23°01′N 113°07′E / 23.016667°N 113.116667°E23.016667; 113.116667 (Foshan)Coordinate: 23°01′N 113°07′E / 23.016667°N 113.116667°E23.016667; 113.116667 (Foshan)
Superficie 153,69 km²
Abitanti 7 194 311 (2010)
Densità 46 810,53 ab./km²
Contee 5
Comuni 64
Altre informazioni
Fuso orario UTC+8
ISO 3166-2 CN-11
Cartografia
Mappa di localizzazione: Cina
Foshan
Foshan – Mappa
Sito istituzionale

Foshan (in cinese 佛山; in pinyin Fóshān) è una città della Cina nella provincia del Guangdong.

Etimologia[modifica | modifica sorgente]

Il nome Foshan significa letteralmente Monte del Buddha.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Numerosi reperti archeologici rinvenuti a Foshan dimostrano che l'area era già abitata più di duemila anni or sono. Nel 628 d.C. furono trovate tre statue in bronzo del Buddha, da cui la città prese il nome.

Durante il periodo Song (960-1279) Foshan era un rinomato centro per la produzione di porcellane, di oggetti fusi e di tessitura in seta.

Foshan è stata resa tristemente famosa in tutto il mondo da un incidente occorso il 13 ottobre 2011, alle ore 17.26 locali[1], nei pressi di un mercato. Una bambina di due anni di nome Yueye, figlia di lavoratori migranti, fu investita e travolta da un suv bianco, che dopo aver sostato per qualche istante sopra di lei la scavalcò schiacciandola nuovamente, stavolta con una ruota posteriore, e riprese il tragitto. Yueye rimase lunghi minuti sull'asfalto in una pozza di sangue tra l'indifferenza totale dei pedoni di passaggio, nonché dei guidatori di altri veicoli, uno dei quali non ebbe ritegno a passarle a sua volta con le ruote sulle gambe. Il tutto fu documentato da una telecamera di sorveglianza; tramite Internet, in séguito, il video ebbe la più ampia diffusione, suscitando accese polemiche. La bambina fu ricoverata in terapia intensiva e si spense sette giorni dopo.[2]

Luoghi d'interesse[modifica | modifica sorgente]

Tempio degli Antenati (Zumiao)[modifica | modifica sorgente]

Risalente alla seconda metà del secolo XI, fu restaurato nel 1372. È dedicato all'imperatore del Nord, Signore delle Acque. Non è dedicato agli Antenati come suggerisce il nome, ma la denominazione deriva solo dal fatto che si tratta del più antico tempio della città. All'interno si trovano:

  • il Palazzo Antistante (Qian Dian),
  • il Palazzo Principale (Zheng Dian),
  • il Palazzo dei Festeggiamenti della Verità (Qingzhen Lou),
  • il Lago del Broccato Profumato (Jinxiang Chi),
  • il Terrazzo delle Diecimila Felicità (Wanfu Tai).

Istituto delle Arti Popolari[modifica | modifica sorgente]

L'Istituto delle Arti Popolari è situato nel Tempio dell'amore Fraterno e della Lunga Vita (Renshou Si).

Personalità[modifica | modifica sorgente]

Foshan è anche famosa per essere la città natale del Gran Maestro Yip Man, esperto nell'arte del Wing Chun nonché maestro di Bruce Lee.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Come risulta dal video di sorveglianza, qui esibito e commentato da un telegiornale della TVS.
  2. ^ Cina: morta Yueye, bimba investita tra indifferenza generale, ANSA, 22 ottobre 2011.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Cina Portale Cina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cina