Fosfoinositide 3-chinasi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
fosfatidilinositolo-3-chinasi
Modello tridimensionale dell'enzima
Modello tridimensionale dell'enzima
Numero EC 2.7.1.4
Classe Transferasi
Altri nomi
PI3K; PI 3-chinasi; PIK3CA;
Banche dati BRENDA, EXPASY, GTD, KEGG, PDB
Fonte: IUBMB

La fosfoinositide 3-chinasi o fosfatidilinositolo-3-chinasi o PI 3-chinasi o PI3K sono una famiglia di enzimi coinvolti in complessi meccanismi cellulari come la crescita cellulare, la proliferazione, la differenziazione, la motilità e la sopravvivenza intracellulare;[1] meccanismi questi coinvolti, anche, nello sviluppo del cancro.[2]

Le PI3K sono enzimi che trasducono i segnali intracellulari che sono in grado di fosforilare l'idrossile in posizione 3 presente sull'anello inositolico del fosfatidilinositolo (PtdIns).[3] Questa classe di enzimi è anche nota come fosfatidilinositolo-3-chinasi. La via metabolica, con oncogene PIK3CA e con il gene oncosoppressore PTEN, è implicata nei fenomeni di insensibilità dei tumori all'insulina e di IGF1 , in soggetti sottoposti alla restrizione calorica.[4][5]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ The phosphoinositide (PI) 3-kinase family.
  2. ^ Prospects for phosphoinositide 3-kinase inhibition as a cancer treatment..
  3. ^ myo-inositol.
  4. ^ Giese N, Cell pathway on overdrive prevents cancer response to dietary restriction, PhysOrg.com, 11 marzo 2009. URL consultato il 22 aprile 2009.
  5. ^ Kalaany NY, Sabatini DM, Tumours with PI3K activation are resistant to dietary restriction in Nature, vol. 458, nº 7239, aprile 2009, pp. 725–31, DOI:10.1038/nature07782, PMC 2692085, PMID 19279572.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Riviste[modifica | modifica wikitesto]

Testi[modifica | modifica wikitesto]

biologia Portale Biologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biologia