Forza bruta (film 1947)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Forza bruta
Forzabruta-1947-Dassin.png
Burt Lancaster, a destra, in una scena del film
Titolo originale Brute Force
Paese di produzione USA
Anno 1947
Durata 98 min
Colore B/N
Audio sonoro
Genere drammatico, noir
Regia Jules Dassin
Soggetto Robert Patterson (racconto)
Sceneggiatura Richard Brooks
Produttore Mark Hellinger, Jules Buck (produttore associato)
Casa di produzione Mark Hellinger Productions
Fotografia William Daniels
Montaggio Edward Curtiss
Musiche Miklós Rózsa
Scenografia Russel A. Gausman, Charles Wyrick
Costumi Rosemary Odell
Trucco Bud Westmore
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Forza bruta (Brute Force) è un film del 1947 diretto da Jules Dassin e interpretato da Burt Lancaster, Yvonne De Carlo e Hume Cronyn.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il film inizia in una mattina piovosa alla prigione di Westgate. I prigionieri, stipati in ambienti minuscoli, osservano dalle finestre Joe Collins che viene riportato in cella dopo il periodo trascorso in isolamento. Joe è infuriato, e vuole in tutti i modi fuggire dal carcere. Il direttore della prigione, assediato da tutti i fronti, è sotto pressione delle autorità per ripristinare la disciplina. Il responsabile della sicurezza, il capitano Munsey, è un sadico che manipola i prigionieri per avere informazioni e per metterli uno contro l'altro, in modo da creare problemi che verranno sanzionati dalle sue punizioni.

Il medico della prigione, spesso alticcio, nel corso di una riunione avverte i suoi superiori che la prigione è sul punto di esplodere, e lo farà se non verrà cambiato qualcosa nella gestione. Denuncia anche il comportamento di Munsey e si lamenta del fatto che l'opinione pubblica e i funzionari del governo non comprendono come il carcere debba servire come riabilitazione per i detenuti.

Nel frattempo l'avvocato di Joe gli presta visita, e gli riferisce che sua moglie Ruth non vuole sottoporsi a un'operazione necessaria per rimuovere un tumore a meno che Joe non sia vicino a lei. Joe poi si vendica di Wilson, un altro prigioniero che, istigato da Munsey, ha colpito Joe con un coltello, facendo sì che quest'ultimo venisse confinato in isolamento. Joe organizza l'attacco a Wilson nell'officina della prigione, ma si procura un alibi, andando a parlare col medico della prigione proprio mentre ha luogo l'assalto.

Joe cerca di coinvolgere nella fuga un altro detenuto, Gallagher, ma questi ha un buon lavoro al giornale della prigione e Munsey ha promesso di farlo uscire presto in libertà condizionale. Munsey istiga poi al suicidio un detenuto della stessa cella, dando modo alle autorità di revocare tutti i privilegi destinati ai carcerati e di cancellare tutte le audizioni per la concessione della libertà condizionale. Gallagher si sente per questo tradito e decide di collaborare con Joe. I due pianificano un assalto alla torre di guardia, dove potranno accedere alle leve che aprono il cancello e che abbassano il ponte levatoio posto al suo esterno.

Mentre il piano di fuga prende forma, ciascuno dei prigionieri della cella R17 racconta la propria storia in flashback. In tutti i casi l'amore per una donna porta inevitabilmente ad avere guai con la legge. Munsey viene a conoscenza dei dettagli del piano di fuga da un informatore, uno degli uomini della cella R17.

L'attacco deve avviarsi alle 12:15, e allo stesso tempo il direttore del carcere annuncia le proprie dimissioni. Nel cortile del carcere prende piede una rivolta, mentre Joe e i suoi attaccano la torre dall'esterno, e Gallagher dall'interno.

La fuga non ha successo, e rimangono uccisi tutti gli uomini della cella R17, il gruppo di Gallagher e Munsey.

Critiche[modifica | modifica wikitesto]

Il regista Dassin definì la pellicola stupida in quanto finiva per far assumere ai galeotti una specie di onorabilità.

Per via del troppo contenuto violento per un film dell'epoca, il critico cinematografico Eddie Muller ha scritto:

« il climax raggiunto nelle scene di violenza di Forza Bruta mostra la più terribile brutalità mai raggiunta in un film »

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cinema