Forum del Terzo Settore

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il Forum Nazionale del Terzo Settore è un organo che si è ufficialmente costituito il 19 giugno 1997. Rappresenta oltre 80 organizzazioni di secondo e terzo livello - per un totale di oltre 94.000 sedi territoriali - che operano negli ambiti del volontariato, dell'associazionismo, della cooperazione sociale, della solidarietà internazionale, della finanza etica, del commercio equo e solidale del nostro Paese.

Scopo[modifica | modifica wikitesto]

L'obiettivo principale è la valorizzazione delle attività e delle esperienze che i cittadini autonomamente organizzati attuano sui diversi territori attraverso percorsi, anche innovativi, basati su equità, giustizia sociale, sussidiarietà e sviluppo sostenibile, per migliorare la qualità della vita delle comunità.

I principali compiti del Forum Nazionale del Terzo Settore sono:

  • la rappresentanza sociale e politica nei confronti di governo e istituzioni;
  • il coordinamento e il sostegno alle reti interassociative;
  • la comunicazione per dar voce a valori, progetti e istanze delle realtà organizzate del Terzo Settore.

Sulla base di un patto associativo coerente con quello nazionale si sono costituiti 17 forum regionali e innumerevoli forum provinciali e locali cui aderiscono le realtà della società civile che operano a livello territoriale.

Portavoce[modifica | modifica wikitesto]

Progetto Bonelli[modifica | modifica wikitesto]

Il Forum del Terzo Settore promuove il Progetto Bonelli, dedicato alla formazione dei giovani che vogliono intraprendere la professione di "comunicatori sociali". Il Progetto è intitolato a Giorgio Bonelli, per quarant'anni capo ufficio stampa delle ACLI, decano del giornalismo associativo, membro della giunta esecutiva dell'Associazione Stampa Romana e tra i promotori della riforma dell'accesso alla professione giornalistica, scomparso nel dicembre 2003.

Il progetto è finalizzato a favorire concrete occasioni formative a persone fortemente motivate a sviluppare una formazione specifica nel settore non profit e ad apprendere tecniche e metodologie di lavoro nell'ambito della comunicazione e informazione del terzo settore.

Giornale Radio Sociale[modifica | modifica wikitesto]

Il Giornale Radio Sociale è una testata giornalistica di informazione nata nel 2011[4] edita dal Forum del Terzo Settore[5].

Gli obiettivi dichiarati dalla testata sono quelli di "proporre all’attenzione dei media e dell’opinione pubblica il tema del sociale e il suo potenziale narrativo, a partire dal racconto della società e del territorio".

Viene trasmesso sul territorio nazionale da diverse radio e webradio[6]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Adnkronos, FORUM TERZO SETTORE: MARIA GUIDOTTI E VILMA MAZZOCCO LE NUOVE PORTAVOCE.
  2. ^ Vita, Andrea Olivero, portavoce unico del Forum del terzo settore.
  3. ^ Adnkronos, No profit: Pietro Barbieri eletto nuovo portavoce Forum Terzo settore.
  4. ^ Asca, TERZO SETTORE: FORUM, SUL WEB NASCE GIORNALE RADIO SOCIALE.
  5. ^ Unioncamere, Rapporto "Io Sono Cultura 2014".
  6. ^ Giornale Radio Sociale, Giornale Radio Sociale - Ascoltaci in fm.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]