Fortezza di Hohenwerfen

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Fortezza di Hohenwerfen
La fortezza di Hohenwerfen
La fortezza di Hohenwerfen
Ubicazione
Stato attuale Aperto al pubblico
Regione Salisburghese Salisburghese
Città Salisburgo
Informazioni generali
Tipo Fortezza
Primo proprietario Gebhard von Helfenstein, principe-arcivescovo di Salisburgo
Stile Romanico
Inizio costruzione 1077
Sito web http://www.salzburg-burgen.at/en/werfen/index.php

[senza fonte]

voci di architetture militari presenti su Wikipedia

La fortezza di Hohenwerfen è un castello posto a 40 km a sud della città austriaca di Salisburgo. Il castello è circondato dalle Alpi di Berchtesgaden e dai monti di Tennen. La fortezza è la "sorella" del castello di Hohensalzburg dominante proprio la città di Salisburgo ed entrambe risalgono all'XI secolo.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La fortezza di Hohenwefen
La fortezza di Hohenwerfen al tramonto

La fortezza venne costruita tra il 1075 ed il 1078 durante il periodo della lotta per le investiture, per ordine di Gebhard von Helfenstein, principe-arcivescovo di Salisburgo, come un punto di controllo strategico posto su un promontorio naturale di 155 m sulla valle del Salzach.

Gebhard, alleato di papa Gregorio VII e dell'antiré Rodolfo di Svevia, aveva tre grandi castelli all'interno del proprio arcivescovato, che era uno dei più esposti dal punto di vista militare alle invasioni di re Enrico IV: La fortezza di Hohenwerfen, quella di Hohensalzburg ed il castello di Petersberg, a Friesach, nel ducato di Carinzia. Malgrado la resistenza, Gebhard venne espulso nel 1077 dai propri domini e poté tornare a Salisburgo solo nel 1086 per morire proprio a Hohenwerfen due anni più tardi.

Nei secoli successivi Hohenwerfen continuò a svolgere un ruolo di difesa per la città di Salisburgo come base militare e fu inoltre utilizzata come residenza di caccia per i principi-arcivescovi. Il castello venne pertanto esteso a partire dal XII secolo e nuovamente nel XVI secolo durante la Guerra dei contadini, quando venne sfruttato per combattere le orde di agricoltori e minatori che da sud si mossero verso la città tra il 1525 ed il 1526.

Alternativamente, esso venne usato anche come prigione di stato e si guadagno una reputazione sinistra con condizioni disumane riservate ai prigionieri, sebbene questa fosse la prigione per eccellenza ove venivano incarcerati molti nobili e personaggi di spicco come l'arcivescovo di Salisburgo Adalberto III di Boemia (1198), il conte Albert von Friesach (1253), il governatore della Stiria Siegmund von Dietrichstein (1525) e l'arcivescovo Wolf Dietrich von Raitenau (1611).

Nel 1931 la fortezza, che era di proprietà dell'arciduca Eugenio d'Asburgo-Lorena, venne pesantemente danneggiata da un incendio e largamente restaurata per poi essere venduta al Reichsgau di Salisburgo nel 1938. Si pensò di farne una prigione di massima sicurezza per ufficiali alleati ma poi gli si preferì il castello di Colditz. Dopo la seconda guerra mondiale, la fortezza venne usata come campo d'addestramento per la gendarmeria federale austriaca (polizia rurale) sino al 1987.

Attualmente il castello è un museo aperto al pubblico e tra le sue più importanti attrazioni si ricordano la ricca armeria, la scuola di falconeria che offre dimostrazioni giornaliere e la tipica taverna medioevale della fortezza, unica nel suo genere.

Film[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Most Popular Titles With Location Matching "Hohenwerfen". URL consultato il 05-06-2012.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]