Forpus coelestis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Pappagallino del Pacifico
Forpus coelestis -two in Ecuador-8.jpg
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Aves
Sottordine Psittaciformes
Famiglia Psittacidae
Sottofamiglia Arinae
Genere Forpus
Specie F. coelestis
Nomenclatura binomiale
Forpus coelestis
(Lesson, 1847)

Il pappagallino del Pacifico (Forpus coelestis Lesson, 1847) è un uccello della famiglia degli Psittacidi.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Sul verde della colorazione base, mantello della femmina, il maschio inserisce remiganti e groppone azzurri e una linea azzurra dietro l'occhio, che è scuro; becco e zampe sono di colore grigio rosato. Taglia attorno ai 12 cm.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Vive tra Ecuador e Perù ed è comune; molto amato e allevato in cattività.

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Boscaglie secche e foreste secondarie costituiscono il suo habitat; vive in gruppetti familiari che si radunano in stormi. Solo nel periodo riproduttivo, che va da gennaio a maggio, le coppie si isolano; la femmina depone normalmente in un tronco cavo ma a volte anche sotto tetti o in nidi abbandonati da altri uccelli. Se la stagione è favorevole può portare a compimento anche due nidiate. La femmina depone 4-6 uova, a intervalli di 2 giorni, che vengono incubate per 17 giorni e i piccoli lasciano il nido a circa 5 settimane.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]