Fornello portatile

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Un fornello portatile è un fornello specificatamente progettato per essere portatile e leggero, da utilizzare ad esempio per campeggio, pic-nic, trekking o per l'utilizzo in luoghi remoti dove è richiesto un mezzo per cucinare facilmente trasportabile.

Ne esistono di varie tipologie, a seconda della dimensione e del combustibile utilizzato.

Con l'esclusione dei fornelli a gas a bombola, gli altri fornelli vengono anche definiti fornelli da trekking: il fornello da trekking (o da escursionismo) si distingue per il peso ridotto, tale da renderlo trasportabile anche in zaino.

Fornello a gas a bombola[modifica | modifica sorgente]

Fornello a gas tipicamente a due o tre fuochi che utilizza normali bombole di gas da cucina (da alcuni Kg, ricaricabili), trasportabile su mezzi motorizzati, molto usato in campeggio.


Fornello a gas a cartucce[modifica | modifica sorgente]

Fornello a gas a cartuccia

Fornello a gas che utilizza bombolette non ricaricabili (dette cartucce, normalmente da 100-500 gr) contenenti una miscela di butano e propano; il fornello si applica solitamente direttamente sopra la bomboletta, ha fiamma regolabile e può avere un pulsante per l'accensione piezoelettrica.

Vantaggi:

  • Accensione immediata
  • Fiamma facilmente regolabile

Svantaggi:

  • Costo delle cartucce relativamente alto
  • Scarsa compatibilità fra le cartucce di produttori diversi
  • Poco adatti all'uso a basse temperature perché la miscela butano-propano in queste condizioni ha difficoltà a vaporizzare.

Fornello multicombustibile[modifica | modifica sorgente]

Fornello che può utilizzare come combustibile diversi combustibili liquidi (ad esempio benzina, gasolio, alcool). L'accensione è più complessa di quelli a gas, dato che richiede una fase di pre-riscaldamento (va messo ed acceso un po' di combustibile su un piattino sotto l'ugello per portarlo in temperatura)

Vantaggi:

  • Funzionano anche a basse temperature
  • Combustibile economico e facilmente reperibile

Svantaggi:

  • Più costosi dei fornelli a gas a cartuccia
  • Accensione più complessa dei fornelli a gas

Fornello ad alcool[modifica | modifica sorgente]

Set "Mini-Trangia" per singoli escursionisti, comprensivo di fornello, supporto pentola, pentola e padella/coperchio.

I fornellini ad alcool sono tra i fornelli portatili più leggeri, rivolti principalmente a chi deve cucinare per una-due persone; utilizzano il comune ed economico alcool etilico denaturato (o altri tipi di alcool). Il modello commerciale più famoso è quello prodotto dal 1925 dall'azienda svedese Trangia (o i suoi cloni), distribuito in Italia dalla Ferrino.

Vantaggi:

  • Leggero (111gr)
  • Fornello che funge anche da contenitore dell'alcool (fino a 100ml)
  • Combustibile di prezzo contenuto e facilmente reperibile in molti Paesi

Svantaggi:

  • Potenza limitata, sufficiente di solito per uno-due escursionisti

Fornello ad alcool autocostruito[modifica | modifica sorgente]

Esempio di fornello ad alcool costruito a partire da lattine vuote

Sono molto diffusi tra gli escursionisti più attenti al peso del proprio equipaggiamento, e ne esistono di moltissimi tipi anche se i modelli più comuni sono costruiti a partire da una-due lattine vuote da bibite/birra (da 33 o 50 cl), ed impiegano 5-7 minuti per far bollire mezzo litro di acqua (quantitativo tipico richiesto per la preparazione di piatti liofilizzati o di due tazze di tè) consumando circa 15-20ml di alcool.

Esistono numerosi siti internet dedicati all'autocostruzione di fornelli ad alcool.[1] [2]

Vantaggi:

  • Leggerissimi (peso di solito attorno ai 10-20 gr)
  • Gratuiti (dato che vengono costruiti con materiale di recupero)
  • Combustibile di prezzo contenuto e facilmente reperibile in molti Paesi

Svantaggi:

  • Richiedono un contenitore a parte per l'alcool, e vanno riempiti a priori con un quantitativo sufficiente di alcool per la cottura desiderata (a cottura conclusa spesso non è possibile o non è pratico recuperare l'alcool avanzato)
  • Potenza limitata, sufficiente di solito per uno-due escursionisti

Fornello a combustibile solido[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Fornello ad alcool fai-da-te: La maniera più semplice per trasformare due lattine in un fornellino ad alcol da trekking o da campeggio
  2. ^ Zen alcohol stoves (Sito in inglese)

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Lorenzo Buonomini, Jacopo Manni Il Re del fornelletto, Terre di Mezzo editore, 2012 ISBN 978-88-6189-214-9 (ricettario di cucina col fornelletto da campeggio)

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

cucina Portale Cucina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cucina