Formula di struttura

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La formula di struttura di una molecola è un tipo di formula chimica che indica la natura degli atomi che compongono una molecola, descrivendone la disposizione spaziale e come essi sono legati tra loro.

È il miglior modo di rappresentare, su una superficie piana, la struttura atomica di una molecola. Ad esempio, la formula di struttura dell'anidride carbonica CO2 mostra che gli atomi sono disposti linearmente, con l'atomo di carbonio che lega a sé i due atomi di ossigeno:

Anidride carbonica struttura.svg

La fedeltà all'effettiva geometria della molecola dipende dal motivo per cui la formula viene disegnata: a volte, per esigenze tipografiche, si mantiene la correttezza della connettività, ma senza rendere correttamente la forma della molecola. È il caso, ad esempio, della rappresentazione della molecola del metano CH4 in una formula a croce:

Methan Lewis.svg

L'indicazione che ad un atomo di carbonio sono legati 4 atomi di idrogeno è corretta, ma la vera forma della molecola è quella di un tetraedro ai cui vertici si trovano gli atomi di idrogeno e al centro l'atomo di carbonio.

In chimica organica è frequente ricorrere a formule di struttura semplificate in cui la catena degli atomi carbonio è rappresentata da una linea spezzata in cui ogni vertice è un atomo di carbonio, omettendo gli atomi di idrogeno, scrivendo esplicitamente solo i legami doppi o tripli, e gli atomi diversi dal carbonio. Si veda ad esempio la formula di struttura dell'acido adipico:

Adipic acid structure.png

Se la catena di atomi di carbonio è ciclica, viene rappresentata da un poligono regolare. Esempi sono il cicloesano, la cui formula è sinteticamente rappresentata da un esagono e il tetraidrofurano, rappresentato da un pentagono cui un vertice è stato contrassegnato dal simbolo dell'ossigeno.

Formula condensata[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Formula condensata.

La formula condensata è un modo alternativo e coinciso di indicare la struttura delle molecole, utilizzata in particolare quando si vuole risparmiare spazio. Ad esempio, con questo genere di formula l'etanolo viene indicato come CH3CH2OH.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • T. W. Graham Solomons, Chimica organica, 2ª ed., Bologna, Zanichelli, 2001, pp. 20-23, ISBN 88-08-09414-6.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

chimica Portale Chimica: il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia