Formicinae

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Formicinae
Camponotus sideview 2.jpg
Camponotus ligniperda
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Superphylum Protostomia
Phylum Arthropoda
Subphylum Tracheata
Superclasse Hexapoda
Classe Insecta
Sottoclasse Pterygota
Coorte Endopterygota
Superordine Oligoneoptera
Sezione Hymenopteroidea
Ordine Hymenoptera
Sottordine Apocrita
Sezione Aculeata
Superfamiglia Vespoidea
Famiglia Formicidae
Sottofamiglia Formicinae
Latreille, 1809
Sinonimi

Alloformicinae
Emery, 1925
Euformicinae
Emery, 1925
Foremicites
Latreille, 1851
Formicineae
Latreille, 1851
Formicitae
Latreille, 1851
Heteroformicinae
Emery, 1925

Generi

vedi testo

Formicinae Latreille, 1851 è una sottofamiglia di imenotteri appartenente alla famiglia Formicidae (di cui comprende oltre un quarto delle specie); è diffusa in tutto il mondo e contiene molte specie comuni nelle zone a clima temperato, fra cui Formica rufa, Lasius niger ed i membri del genere Camponotus.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Le formicine sono caratterizzate dalla presenza di un singolo peziolo conico fra l'addome ed il torace, e da un clipeo generalmente sviluppato. Le antenne, lunghe e sottili, sono costituite dai 9 ai 12 funicoli, mentre le mandibole, di conformazione tozza, sono unite alla sommità dell'aparato boccale. Quasi tutte le specie presentano un addome di aspetto voluminoso, che non presenta il pungiglione. Al posto di questo, le formicine presentano ghiandole in grado di formare acido formico, che viene spruzzato fino a 30 centimetri di distanza a scopi difensivi. Le specie della sottofamiglia Formicinae si distinguono da quelle appartenenti alla sottofamiglia Dolichoderinae per la cloaca sferica, circondata da peli.[senza fonte]

Biologia[modifica | modifica sorgente]

Fra le diverse specie della sottofamiglia si riscontrano formiche lomecusomani (che si drogano a causa della lomechusa), formiche schiaviste, formiche tessitrici, formiche otri e formiche che allevano afidi ed altri emitteri all'esterno del nido.[senza fonte]

Tassonomia[modifica | modifica sorgente]

La sottofamiglia Formicinae comprende i seguenti generi:[1]

Alcune specie[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Subfamily Formicinae in AntWeb. URL consultato il 12 febbraio 2012.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]