Format string attack

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Le format string attack (vulnerabilità di formato della stringa) sono una classe di vulnerabilità scoperte nel 1999.

Funzionamento[modifica | modifica sorgente]

Se si passa a una funzione che stampa una stringa a schermo (un esempio classico è la funzione printf del linguaggio C) una stringa che in realtà contiene una serie di parametri di specifica dell'input (tipicamente si usano identificatori di formato %s e %x per esaminare il contenuto della memoria e %n per sovrascrivere parti della memoria, in particolare dello stack) si permette l'avvio di un attacco di tipo stack overflow e return to libc. Per proteggersi da questo attacco, quando si vuole stampare una stringa s usando la printf() o una qualsiasi funzione C che accetti un numero illimitato di identificatori di formato, bisogna scrivere la funzione

printf("%s",s) 

e non scrivere

printf(s)

in quanto in questo modo l'input dell'utente non viene validato. La stringa StringPointer potrebbe contenere una serie di identificatori di formato. Questo tipo di attacco, comunque, diventa sempre più difficile grazie alla diffusione di una maggiore consapevolezza della necessità di gestire i rischi associati alla programmazione e alla conseguente diffusione di tecniche di programmazione sicura.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Sicurezza informatica Portale Sicurezza informatica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Sicurezza informatica