For the Masses

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
For the Masses
Artista AA.VV.
Tipo album Raccolta
Pubblicazione 4 agosto 1998[1]
Durata 73 min : 48 s
Dischi 1
Tracce 16
Genere Pop
Synth pop
Alternative rock
Etichetta A&M Records

For the Masses è un album tributo ai Depeche Mode pubblicato nel 1998.

Il titolo del disco è ispirato all'album Music for the Masses[2] e contiene 16 canzoni della band (tra cui 6 brani musicali mai pubblicati come singoli estratti) suonate da gruppi del calibro dei Cure, dei Rammstein, dei Deftones e degli Smashing Pumpkins[1].

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Testi e musiche di Martin Lee Gore.

  1. Never Let Me Down Again - The Smashing Pumpkins 4:01
  2. Fly on the Windscreen - God Lives Underwater 5:22
  3. Enjoy the Silence - Failure 4:20
  4. World in My Eyes - The Cure 4:51
  5. Policy of Truth - Dishwalla 3:45
  6. Somebody - Veruca Salt 4:05
  7. Everything Counts - Meat Beat Manifesto 5:24
  8. Shake the Disease - Hooverphonic 3:59
  9. Master and Servant - Locust 3:40
  10. Shame - Self 4:12
  11. Black Celebration - Monster Magnet 4:16
  12. Waiting for the Night - Rabbit in the Moon 7:34
  13. I Feel You - Apollo Four Forty 5:21
  14. Monument - GusGus 5:21
  15. To Have and to Hold - Deftones 2:53
  16. Stripped - Rammstein 4:44
Recensioni professionali
Recensione Giudizio
Allmusic 2.5/5 stelle [3]
NME 4/10 stelle [4]

L'opening track Never Let Me Down Again realizzata dagli Smashing Pumpkins fu originariamente pubblicata come lato B del singolo Rocket del 1994[5].

La versione di Stripped dei Rammstein fu rilasciata come singolo, accompagnata da un controverso[6] videoclip, diretto da Philipp Stölzl, con estratti da Olympia, documentario di Leni Riefenstahl sui Giochi Olimpici di Berlino del 1936[6]. Il singolo raggiunse la posizione #14 della classifica tedesca[7] e fu salutata favorevolmente dai membri dei Depeche Mode, specialmente dall'autore Martin Gore per l'originale reinterpretazione[8].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Pumpkins, Cure, Deftones, Gus Gus, Rammstein, Others Toast Depeche Mode in MTV.com, 12 giugno 1998. URL consultato il 4 aprile 2014.
    «Smashing Pumpkins, the Cure, the Deftones, Gus Gus, and Rammstein have made the cut and will see their unique odes to Depeche Mode released on an upcoming tribute album to that influential 80s synth-mope outfit. "For The Masses," which arrives on August 4, and will also boast tracks from Apollo 440, God Lives Underwater, Veruca Salt, Failure, Dishwalla, Meat Beat Manifesto, Hooverphonic, Locust, Monster Magnet, and Rabbit in the Moon.».
  2. ^ (EN) Melinda Newman, The Beat: Depeche Mode Tribute A Dream Come True in Billboard Magazine, vol. 110, nº 9, Nielsen Business Media, Inc., 28 febbraio 1998, pp. 16, ISSN 0006-2510. URL consultato il 22 maggio 1998.
  3. ^ (EN) Stephen Thomas Erlewine, For the Masses - Review by Stephen Thomas Erlewine in Allmusic. URL consultato il 29 giugno 2011.
  4. ^ (EN) For The Masses - Album Review in NME, 19 settembre 1998. URL consultato il 29 giugno 2011.
  5. ^ Smashing Pumpkins - Rocket su MusicBrainz
  6. ^ a b (EN) Nazis? Heil, no! in NME, 14 settembre 1998. URL consultato il 22 maggio 2011.
  7. ^ (DE) Rammstein Single-Chartverfolgung in MusicLine.de.
  8. ^ (DEEN)  Rammstein - Making of "Stripped". YouTube da Rammstein: Made in Germany (DVD bonus)

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]