Fontevivo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Fontevivo
comune
Fontevivo – Stemma
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Emilia-Romagna-Stemma.svg Emilia-Romagna
Provincia Provincia di Parma-Stemma.png Parma
Amministrazione
Sindaco Massimiliano Grassi (Lista civica) dal 30/03/2010
Territorio
Coordinate 44°51′00″N 10°10′00″E / 44.85°N 10.166667°E44.85; 10.166667 (Fontevivo)Coordinate: 44°51′00″N 10°10′00″E / 44.85°N 10.166667°E44.85; 10.166667 (Fontevivo)
Altitudine 53 m s.l.m.
Superficie 26 km²
Abitanti 5 572[1] (31-12-2010)
Densità 214,31 ab./km²
Frazioni Bellena, Bianconese, Case Cantarana, Case Gaiffa, Case Massi, Fienilnuovo, Fondo Fontana, Fontane, Molinetto, Ponte Recchio, Ponte Taro, Recchio di Sotto, Romitaggio, Stazione Castelguelfo, Tarona, Torchio
Comuni confinanti Fontanellato, Noceto, Parma
Altre informazioni
Cod. postale 43010
Prefisso 0521
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 034016
Cod. catastale D685
Targa PR
Cl. sismica zona 3 (sismicità bassa)
Nome abitanti Fontevivesi
Patrono san Bernardo
Giorno festivo 20 agosto
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Fontevivo
Posizione del comune di Fontevivo nella provincia di Parma
Posizione del comune di Fontevivo nella provincia di Parma
Sito istituzionale

Fontevivo (Fontviv in dialetto parmigiano[2]) è un comune italiano di 5.467 abitanti della provincia di Parma.

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[3]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Abbazia di Fontevivo[modifica | modifica wikitesto]

Chiesa di San Bernardo a fianco dell'Abbazia di Fontevivo

L'Abbazia di Fontevivo risale all'anno 1142 e comprende la chiesa parrocchiale di Fontevivo, dedicata a San Bernardo.

L'area di Fontevivo, che come dice l'origine del nome "Fons vivus", era ricca di acqua, fu bonificata da un gruppo di frati cistercensi arrivati nel 1142 dall'abbazia di Chiaravalle della Colomba.

L'abbazia cistercense fu fondata sotto la protezione dei Pallavicino il 5 maggio 1142. Fu saccheggiata nel 1245 dall'esercito di Federico II. Nel XVI secolo passò ai frati Benedettini.

Della struttura romanica medioevale originale rimane integra solo la chiesa, ad eccezione della facciata rifatta nel '400 secondo il gusto dell'epoca. L'interno ospita una lastra sepolcrale del Cavaliere templare Guidone Pallavicino e una scultura di Madonna con Bambino attribuita di recente a Benedetto Antelami.[4] Nel Settecento, nell'area del convento, i Duchi di Parma effettuarono ampie ristrutturazioni al fine di creare un collegio per nobili convittori provenienti da tutta Europa.

Castelguelfo[modifica | modifica wikitesto]

Il castello di Castelguelfo
Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Castello di Castelguelfo.

Il Castello di Castelguelfo fu costruito nel XIII secolo e si trova presso la città. Fu un importante possedimento di varie famiglie signorili, tra cui i Fieschi, i Terzi, i Rossi, i Pallavicino, i Visconti e i Sanvitale.

Persone legate a Fontevivo[modifica | modifica wikitesto]

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

A Bianconese sorge l'Interporto di Parma.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  2. ^ Guglielmo Capacchi, Dizionario Italiano-Parmigiano. Tomo II M-Z, Artegrafica Silva, pp. 895ss.
  3. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  4. ^ Fontevivo Oggi - Origini e Monumenti

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]