Fondazione Exodus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La Fondazione Exodus è nata nel 1984, quando don Antonio Mazzi ha iniziato ad occuparsi di educazione e di disagio.

Il primo passo è stato compiuto con il risanamento del Parco Lambro; un polmone verde della periferia est di Milano, allora noto come luogo di spaccio e delinquenza. L'area è stata restituita alla città, grazie all'aiuto degli abitanti del quartiere, delle forze dell’ordine e degli stessi ragazzi coadiuvati da un gruppo di educatori.

Dopo questa prima esperienza, Exodus ha dato avvio al "Progetto Carovana": cinque camper hanno girato nove mesi in lungo e in largo per l'Italia accogliendo 13 ragazzi tossicodipendenti e 6 educatori, dando vita ad una sorta di comunità itinerante.

In seguito sono nate le prime comunità residenziali, vere e proprie case destinate all'accoglienza di giovani fragili.

Continuando a lavorare in ambiti incerti e complessi, Exodus ha messo a punto un metodo educativo incentrato sulla scelta di essere avamposto, divenendo espressione concreta e quotidiana delle potenzialità dell'educazione nei contesti di "normalità" e nei contesti difficili.

Oggi Exodus si propone di raccogliere la sfida dell'emergenza educativa, con l'obiettivo di intervenire precocemente per riuscire ad "arrivare prima" che si manifestino i primi segnali di disagio.

Storia[modifica | modifica sorgente]

La Comunità Exodus nasce all'inizio degli anni ottanta da un'iniziativa di don Antonio Mazzi, come esperienza di viaggio, con le prime comunità itineranti: le carovane.

L'idea prese ispirazione da un'iniziativa americana con ragazzi provenienti dalle carceri minorili, che decisero di ricostruire l'avventura migratoria verso l'Ovest e, come “terapia”, ripercorrere con i carri il lungo viaggio, una volta percorso dai pionieri attraverso gli Stati Uniti.

don Antonio Mazzi riprese il progetto e nel 1985 partì la prima carovana Exodus. Nel 1986 vennero aperte le prime comunità stabili oltre alla sede di coordinamento di Milano: a Verona, Vicenza, Bormio e Iglesias.

Nel 1996 il Progetto Exodus si è trasformato in un ente autonomo che prende il nome di Fondazione Exodus. Dagli anni 2000, nuovi progetti sono stati sviluppati non solo in Italia ma anche all'estero, ad esempio in Madagascar, Patagonia, Bolivia e Honduras.

Mission[modifica | modifica sorgente]

La Fondazione ha lo scopo di far riscoprire all’uomo la capacità di amare e di essere amato, di aiutare la persona a svilupparsi, ad essere se stessa, ad avere condizioni di autonomia fisica, psichica, spirituale, economica e sociale. Tutte le attività della Fondazione Exodus sono caratterizzate da un approccio di tipo educativo, partono dal pieno riconoscimento della unicità dell’uomo, dal rispetto della sua vita e sono finalizzate alla valorizzazione delle risorse positive in esso presenti.

Exodus Oggi[modifica | modifica sorgente]

  • Dispone di oltre 40 centri in Italia (case accoglienza, comunità, centri ascolto e orientamento, centri giovani)
  • È presente con interventi stabili e progetti di cooperazione allo sviluppo in 7 paesi del Sud del mondo
  • Ospita ogni anno in forma residenziale circa 900 persone con problemi legati alle dipendenze
  • Offre servizio di ascolto e accompagnamento a una media di 2500 persone ogni anno
  • Coinvolge oltre 20.000 ragazzi nei centri giovani e nei progetti musicali e sportivi
  • Promuove percorsi di formazione per oltre 3000 genitori e insegnanti

Elenco delle comunità gestite direttamente da Exodus:[1]

Africo - Rc Accoglienza e assistenza famiglie
Assisi - Pg Casa spiritualità
Bergamo – Bg Casa accoglienza consulenza famiglie
Bondeno - Fe Comunità mamma bambino
Caccuri - Kr Comunità pedagogica
Caltanissetta Centro giovani
Capoliveri - Li Comunità pedagogica
Casalelitta - Va Comunità pedagogica
Cassino - Fr Comunità pedagogica
Cassino - Fr Centro giovani argonauti
Cavriana - Mn Comunità pedagogica
Gallarate - Va Centro ascolto
Garlasco - Pv Comunità pedagogica
Grezzana - Vr Università della famiglia - comunità
Jesi - An Comunità pedagogica
Lonato - Bs Comunità pedagogica
Milano Comunità terapeutica - coordinamento
Milano Centro ascolto
Milano Centro ascolto sos
Milano Piazza giovani
Monza - Mi Punto donna
R.Calabria - Rc Centro ascolto
S.Stefano - Rc Comunità terapeutica
Tursi - Mt Comunità pedagogica
Valdidentro - So Comunità pedagogica
Verona - Vr Comunità diurna

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Dati Fondazione Exodus Onlus

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]