Follie di Brooklyn

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Follie di Brooklyn
Titolo originale The Brooklyn Follies
Autore Paul Auster
1ª ed. originale 2005
Genere Romanzo
Lingua originale inglese
Ambientazione Brooklyn
Protagonisti Nathan Glass

Follie di Brooklyn (The Brooklyn Follies) è un romanzo dello scrittore statunitense Paul Auster pubblicato nel 2005 e ambientato nel quartiere di Brooklyn a New York.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il romanzo racconta la storia di Nathan Glass, che torna a Brooklyn dopo cinquantasei anni di assenza dalla zona di New York in cui i suoi genitori lo avevano cresciuto prima di trasferirsi altrove. Si sta riprendendo da un cancro ai polmoni ed è alla ricerca di "un posto tranquillo per morire". È in pensione, ha divorziato dalla moglie Edith e fatica a mantenere una buona relazione con la figlia Rachel. Vince la sua battaglia con il cancro e decide di annotare, per un libro da pubblicare in futuro, momenti, impressioni, eventi, storie ed incontri delle sue giornate a Brooklyn. Il titolo provvisorio è "The Book of Human Folly". Il progetto si sviluppa mentre Nathan, inizialmente privo di stimoli e quasi arresosi all'eventualità della morte, incontra Tom Wood, l'amato nipote con cui ritrova una gradevole consuetudine di confidenza. Lo seguirà nella sua passione per i libri e nelle sue difficoltà a costruirsi una carriera d'insegnante come sarebbe stato suo desiderio. Affronterà con lui le incertezze dell'esistenza.

Attraverso questa relazione sarà coinvolto nella vita della nipote Aurora e di sua figlia Lucy, conoscerà dei vicini pronti a stabilire con lui dei rapporti, recupererà insomma una dimensione esistenziale positiva correlata alla coscienza del carattere effimero della condizione umana. La sua "nuova vita" di relazione, che dà il titolo a uno dei capitoli conclusivi del libro, si basa sulla certezza della vanità dell'esistenza della gente comune, che non lascia traccia di sé. Di qui il progetto editoriale della stesura e pubblicazione di biografie commissionate da parenti e amici delle persone ordinarie, la cui memoria rischia di svanire, per far sì che qualcosa - pagine e parole - sopravviva alle loro esistenze e sia a disposizione di chi le ha amate. Mai sottovalutare il potere dei libri, dice il narratore.

letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura