Folco I d'Angiò

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Folco, detto il Rosso, in francese Foulque Ier (ou Fulco) d'Anjou, dit le Roux (seconda metà del IX secolo – 942 circa), fu il primo Conte di Angiò dal 930 al 942, ma prima fu visconte d'Angers (prima dell'898-930) e di Tours (898-909) e anche conte di Nantes (909-919).

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Figlio del visconte d'Angers, Ingelger[1], la cui madre Petronilla era parente di Ugo l'abate, e di Aelendis (molto probabilmente).

Folco è citato, come visconte d'Angers e di Tours, in alcuni documenti della fine del secolo IX.

Nel 909, alla morte del re di Bretagna, Alano I il Grande, la viscontea di Tours venne concessa a Tebaldo il Vecchio, mentre a Folco fu data la contea di Nantes, con l'incarico di combattere sia i Vichinghi che i Bretoni.
Nantes venne conquistata dai Vichinghi, nel 914, e Folco rinunciò ai suoi diritti, nel 919, pur mantenendo il titolo di conte che gli fu definitivamente riconosciuto solo nel 930, quando il suo signore, duca dei Franchi e conte di Parigi, Ugo il Grande, gli attribuì tale titolo in uno dei suoi documenti.

Folco passò la maggior parte della sua vita a combattere i Vichinghi e i Britanni.

Folco è citato in un documento, per l'ultima volta, nell'agosto del 941, assieme al figlio, Folco il Buono. Un'altra citazione del 942, cita il conte Folco, senza specificare quale dei due fosse.

Non si conosce la data esatta della morte di Folco I, ma si può presumere tra il 941 e il 942. Gli successe il figlio terzogenito, Folco il Buono

Matrimonio e discendenza[modifica | modifica sorgente]

Folco il Rosso aveva sposato Rosalia di Loches, figlia di Garnier (Warnerius), signore di Loches, e di Tescende ed ebbero quattro figli:

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Ingelger, morto verso l'888, che aveva ereditato dal padre la signoria di Château-Landon e ricevuto dall'imperatore del Sacro Romano Impero, Carlo il Calvo, la viscontea d'Angers, è ritenuto il capostipite della casa d'Angiò.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Louis Halphen, "Francia: gli ultimi carolingi e l'ascesa di Ugo Capeto (888-987)", cap. XX, vol. II (L'espansione islamica e la nascita dell'Europa feudale) della Storia del Mondo Medievale, 1999, pp. 636-661.
  • Allen Mawer, "I vichinghi", cap. XXIII, vol. II (L'espansione islamica e la nascita dell'Europa feudale) della Storia del Mondo Medievale, 1999, pp. 734-769.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Conte d'Angiò Successore
fu il primo 930942 Folco II il Buono