Foillano di Fosses

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
San Foillano di Fosses
Foillan.jpg

Abate-Vescovo

Nascita VII secolo
Morte 655
Venerato da Chiesa cattolica
Ricorrenza 31 ottobre

Foillano di Fosses, in francese Feuillien, o Foillan o Foilan, originariamente Pholien (Irlanda, VII secoloBelgio, 655), fu un monaco irlandese che operò in Belgio nel VII secolo e fondò l'abbazia di Fosses-la-Ville; è venerato come santo dalla Chiesa cattolica.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Vocazione monastica[modifica | modifica sorgente]

I tre fratelli, monaci irlandesi, Sant'Ultano, San Fursa e San Foillano, lasciarono il loro paese natale, l'Irlanda, allora devastata da invasioni esterne, e si ritirarono su un'isola. Di là passarono nel Suffolk, ove, grazie a Sigeberto dell'Est-Anglia, stabilirono una comunità monastica a Cnoberesburg, verso il 634, in una fortezza dell'epoca romana, luogo identificato con un minimo di certezza in Burgh Castle, vicino a Great Yarmouth e Lowestoft.[1]

Fursa lasciò la comunità verso il 643 insieme al fratello Ultano per passare un anno in romitaggio, lasciando la guida del monastero a Foillano. Poi, nel 644 circa, Fursa lasciò definitivamente l'Anglia orientale per stabilirsi nella Neustria a Lagny-sur-Marne: fu allora che Foillano divenne unico abate di Cnobheresburg.

Durante una delle numerose guerre fra re cristiani dell'Anglia orientale, Anna dell'Anglia orientale (le cui figlie Edilburge e Saethryth abitavano nell'abbazia di Faremoutiers), fu cacciato in esilio, il monastero fu saccheggiato e distrutto ed i monaci furono fatti prigionieri. Follano pagò il riscatto per i suoi monaci, raccolse i sacri testi e le preziose reliquie del suo rmonastero ed attraversò la Manica per rifugiarsi nel regno dei Franchi, ove il fratello Fursa lo aveva preceduto come missionario.[2]

Presso i Franchi ed a Nivelles[modifica | modifica sorgente]

Foillano ed i suoi compagnoni furono ben accolti a Péronne (Somme) da Ercinoaldo, maestro di palazzo. Tuttavia, per motivi ignoti, essi lasciarono Péronne per trasferirsi a Nivelles, ove vi erano già altri monaci irlandesi.

Santa Gertrude di Nivelles, di agiata e colta famiglia (e sorella di Grimoaldo I), vi era badessa di un monastero misto. Avendo fatto amicizia con Follano (che, secondo la tradizione dei monaci irlandesi, era abate-vescovo), lo utilizzò per organizzare il monastero, specialmente nel campo dell'insegnamento delle Sacre Scritture e della celebrazione del Divino Ufficio.

Fondazione di Fosses e morte di Foillano[modifica | modifica sorgente]

Tuttavia, desiderando evangelizzare le popolazioni a sud della Sambre, Gertrude mise i terreni di Fosses-la-Ville a disposizione di Foillano e dei suoi monaci irlandesi. Essi vi si stabilirono e costruirono un monastero (verso il 650), nel quale fu stabilita la regola di San Colombano. I monaci raggiunsero molto presto una forte diffusione missionaria, ma Foillano non lo poté vedere: nel 655, durante uno spostamento - egli rientrava a Nivelles da Fosses - il santo ed i suoi compagni furono assassinati da alcuni banditi.

Culto[modifica | modifica sorgente]

Fra i tanti monaci irlandesi che evangelizzarono l'Austrasia di quell'epoca (la parte meridionale dell'attuale Belgio), Foillano è uno dei meno noti.

Grazie ai suoi contatti con Erconvaldo, maestro di Palazzo di Péronne, e con i membri delle famiglie di Pipino di Landen, del quale Gertrude di Nivelles era figlia, egli ebbe la possibilità di giocare un ruolo influente nella cristianizzazione della regione. Così egli viene onorato a Nivelles, a Fosses-la-Ville (collegiale di Saint-Feuillien) ed ai Rœulx.

Agli è anche onorato ad Aquisgrana (Aachen in tedesco), ove vi è una chiesa a lui dedicata.

A Liegi c'è la chiesa di Saint-Pholien. Nel XII secolo la grande devozione popolare condusse Filippo di Harveng, priore dell'Abbazia di Bonne-Espérance, a scriverne la biografia.

Nella diocesi di Namur la festa liturgica di San Foillano viene celebrata il 3 ottobre ed in quella di Malines il 5 novembre.

Anche la chiesa di Omelée, in Vallonia porta il suo nome.

Una marcia settennale a Fosses-la-Ville, la « Saint Feuillien », commemora la fondazione del monastero e della collegiale.

San Foillano in letteratura[modifica | modifica sorgente]

  • Nathalie Stalmans, La Conjuration des Fainéants, Éditions Terre de Brume, 2008, ISBN 9782843623899.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ La storia dei fratelli nell'Anglia orientale fu scritta da Beda il Venerabile in: Historia Ecclesiastica iii.18, su un testo originale Transitus beati Fursei (O. Rackham (Ed.), (Fursey Pilgrims, Norwich 2007)
  2. ^ La storia della fuga dall'Est-Anglia e della vita di Feuillien a Nivelles e a Fosses deriva principalmente da l'Additamentum Niuialense de Fuilano, scritto a Nivelles probabilmente nel VII secolo: Additamentum Niuialense de Fuilano, Monumenta Germaniae Historica, SRM IV, Ed. Bruno Krusch, Hannover, 1902, p. 449-451.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

San Foillano di Fosses in Santi, beati e testimoni - Enciclopedia dei santi, santiebeati.it.