Flumendosa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Flumendosa
Flumendosa
il Lago medio del Flumendosa
Stato Italia Italia
Regioni Sardegna Sardegna
Lunghezza 127 km
Portata media alla foce 22 m³/s
Bacino idrografico 1775 km²
Altitudine sorgente 1270 m s.l.m.
Nasce Punta Perdida de Aria
Sfocia Mar Tirreno

Il Flumendosa (Frumendosa in sardo) è un fiume che scorre nella Sardegna centro-meridionale, la cui lunghezza è di 127 km.
È il secondo fiume della Sardegna per lunghezza dopo il Tirso, ma il primo per portata media annua alla foce (22 m³/s). Il fiume era denominato Saeprus dai romani.

Percorso[modifica | modifica sorgente]

Nasce nel massiccio del Gennargentu, alle pendici della punta Perdida de Aria (1270 m s.l.m.) e sfocia nel mar Tirreno tra Muravera e Villaputzu.
Il bacino idrografico ha una superficie di 1.775 km².

Portata[modifica | modifica sorgente]

Come già detto, il Flumendosa, è il primo fiume della Sardegna per modulo annuo alla foce; il regime del fiume e dei suoi affluenti è regolato dai numerosi bacini, che concorrono a mantenere sempre una portata costante.[1]

Laghi artificiali[modifica | modifica sorgente]

Il suo percorso è sbarrato in due diversi punti da due imponenti dighe. Il primo sbarramento, realizzato tra il 1948 ed il 1949 nella gola di Bau Muggeris, a 801 m s.l.m., forma il Lago Alto del Flumendosa (lungo 6 km e largo 1,50 km e con una capacità di 61 milioni di metri cubi). Le acque, una volta utilizzate per la produzione di energia elettrica in tre centrali sotterranee collegate tramite gallerie e condotte forzate, si versano nel lago artificiale di Sa Teula, a est di Villagrande Strisaili, ad una quota di 240 m.s.l.m., e da qui inviate nella sottostante piana di Tortolì per l'irrigazione dei vasti comprensori circostanti.
La seconda diga, a 268 metri s.l.m., all'altezza del Nuraghe Arrubiu, forma il lago Basso del Flumendosa. Molto più grande del primo lago, misura 17 km di lunghezza ed è largo 500 m circa. Ha una capienza di 317 milioni di metri cubi, ed è stato realizzato nel 1952, per produzione di energia elettrica e l'irrigazione del Campidano. Una galleria lo collega al lago Mulargia.

Fauna[modifica | modifica sorgente]

Tra le specie ittiche che abitano nel lago medio del Flumendosa vi è l'agone (Alosa agone).

Erosione[modifica | modifica sorgente]

Scorre in profonde e spettacolari valli scavate nella roccia ed attraversa fitte foreste in un susseguirsi di ambienti naturali molto diversi tra loro. Nel corso dei millenni ha scavato in profondità la parte meridionale del massiccio del Gennargentu separandolo a sud dal monte Perdedu e dal Monte Santa Vittoria e dividendo ad ovest l'altopiano del Sarcidano dai tacchi di Seulo, di Sadali e dal tacco "Orborèdu" di Esterzili. Molto spettacolari e suggestive sono le altissime falesie opera dell'erosione dei suoi affluenti sulle rocce calcaree che hanno creato anche profonde valli dalle quali si possono ammirare i cosiddetti tacchi.

Affluenti[modifica | modifica sorgente]

Il Flumendosa riceve molti affluenti; i più importanti sono:

Da sinistra[modifica | modifica sorgente]

  • rio Narbonionniga;
  • rio Flumineddu;
  • rio Nuluttu;
  • rio Gruppa;
  • rio Nanni Lai.

Da destra[modifica | modifica sorgente]

  • rio Arrudopiu;
  • rio Calaresu;
  • rio Sa Frusca;
  • rio Mulargia;
  • rio Bintinoi;
  • rio Spigulu;
  • rio S'Acqua Callenti;
  • rio Uri:
  • rio S'Orciada.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Fiumi della Sardegna - Caratteristiche
Sardegna Portale Sardegna: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Sardegna