Flirt (film 1983)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Flirt
Titolo originale Flirt
Lingua originale italiano
Paese di produzione Italia, Francia
Anno 1983
Durata 95 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere commedia
Regia Roberto Russo
Soggetto Roberto Russo, Monica Vitti
Sceneggiatura Roberto Russo, Monica Vitti, Silvia Napolitano
Casa di produzione Komika Film - RAI
Fotografia Luigi Kuveiller
Musiche Francesco De Gregori
Tema musicale La donna cannone
Scenografia Giuseppe Mangano
Interpreti e personaggi

Flirt è un film italiano del 1983, diretto da Roberto Russo.

Per questo film, Monica Vitti ha vinto l'Orso d'argento per il miglior contributo singolo al Festival internazionale del cinema di Berlino.[1]

Trama[modifica | modifica sorgente]

Laura e Giovanni sono una coppia sposata ormai da vent'anni. La loro vita scorre secondo una routine sempre identica, fino a quando Laura non comincia a sospettare il marito di una relazione extraconiugale. Durante la notte lui pronuncia nel sonno un nome di donna, arriva tardi a casa ma la ditta presso cui lavora non gli chiede ore di lavoro straordinario.

Seguendo Giovanni fino a una villetta al mare, la donna però scopre che la sua rivale è solo una fantasia del marito depresso. Giovanni viene ricoverato in una casa di cura ma la sua amante immaginaria non accenna a scomparire. Quando Laura va a fargli visita, capisce che non serve contraddire i matti e, assecondando l'allucinazione del marito, riuscirà con pazienza a riconquistarlo.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Dal sito della Berlinale.
cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema