Flinders Petrie

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sir William Matthew Flinders Petrie

Sir William Matthew Flinders Petrie (Charlton, 3 giugno 1853Gerusalemme, 28 luglio 1942) è stato un egittologo e archeologo britannico.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Archeologo dalla meticolosa tecnica di scavo si distinse per la sistematicità nel raccogliere e descrivere qualsiasi tipo di reperto, dal più importante a quello meno rilevante. Sir Flinders Petrie si occupò dei siti archeologici nazionali, incluso Stonehenge, fra il 1875 ed il 1880.

In quest'ultimo anno prese il volo la sua imponente carriera di archeologo tramite scavi in Egitto ed in Palestina supportati da numerosi volumi sulle scoperte effettuate, racconti popolari ed un'autobiografia. Svolse gran parte della sua attività in Egitto in collaborazione con il connazionale Reginald Engelbach.

Fra i grandi meriti di Flinders Petrie vi è quello di aver messo a punto una propria tecnica di seriazione dei reperti archeologici che gli permise di stabilire una successione cronologica di 2200 tombe a fossa della necropoli di Naqada nell'Alto Egitto.

Dal 1926 la sua attività di studio si concentra completamente in Palestina sino alla sua morte avvenuta a Geusalemme per malaria[1] nel 1942.

La vedova donò la testa del marito ad una associazione chirurgica inglese affinché potesse esaminare il cervello di un essere estremamente dotato di intelligenza.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Salima Ikram, Antico Egitto, pag. 50

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Opere di Flinders Petrie[modifica | modifica wikitesto]

  • 1883, "The Pyramids and Temples of Gizeh", ed. Histories & Mysteries of Man (1990), Londra, ISBN 1-85417-051-1
  • 1891, "Illahun, Kahun, and Gurob", Londra
  • 1894, "Tell el-Amarna", Londra
  • 1898, "Deshashen", Londra
  • 1905, "A History of Egypt: From the XIX to th XXXth Dynasties", ed. Michael Sanders (1991), Londra, ISBN 1-85417-058-9
  • 1912, "Egypt and Israel", Londra
  • 1932, "Seventy Years in Archeology", New York
  • 1974, "3000 Decorative Patterns of the Ancient World", ed. Dover Publications, ISBN 0-486-22986-6
  • 1990, "Stonehenge: Plans, Description, and Theories" Flinders Petrie, M., Hawkins, G.S., ed. Histories & Mysteries of Man, ISBN 1-85417-031-7

Su Flinders Petrie[modifica | modifica wikitesto]

  • "Flinders Petrie: A Life in Archaeology" Margaret S. Drower, 1995, ed. Madison: University of Wisconsin Press, ISBN 0-299-14624-3
  • "Letters from the Desert - the Correspondence of Flinders and Hilda Petrie" Margaret S. Drower, 2004, ed. Aris & Philips, ISBN 0-85668-748-0
  • "Antico Egitto", Salima Ikram, 2013, Ananke, ISBN 978-88-7325-477-5

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 9963139 LCCN: n80039366

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie