Flavio Decio Paolino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Flavio Decio Paolino (latino: Flavius Decius Paolinus; fl. 534; ... – ...) fu l'ultimo console di Roma.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Paolino era membro dell'antica famiglia dei Decii; figlio di Basilio Venanzio (console nel 508) e fratello di Flavio Decio (console nel 529), era ancora molto giovane quando iniziò il suo consolato nel 534. L'elezione a console di Paolino fu decisa dal re degli Ostrogoti Atalarico e confermata dall'imperatore Giustiniano I, suo collega.

Paolino è l'ultimo console di Roma e interrompe una serie durata 1043 anni: dopo la sua elezione scoppiò la guerra tra l'Impero d'Oriente (Impero bizantino) e gli Ostrogoti. Atalarico non nominò alcun console per il 535.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Martindale, John R., The Prosopography of the Later Roman Empire, vol. IIIb, Cambridge, 1992, p. 973.
Predecessore
Imperatore Cesare Flavio Pietro Sabbazio Giustiniano Augusto III,
III post consulatum Lampadii et Orestis
Console romano
534
con Imperatore Cesare Flavio Pietro Sabbazio Giustiniano Augusto IV
Successore
Flavio Belisario,
Post consulatum Paulini
Antica Roma Portale Antica Roma: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Antica Roma