Flavio Anicio Ermogeniano Olibrio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Flavio Anicio Ermogeniano Olibrio (latino: Flavius Anicius Hermogenianus Olybrius; fl. 395-397; ... – ...) fu un politico e aristocratico dell'Impero romano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Probino era figlio di Anicia Faltonia Proba e di Sesto Petronio Probo, uno dei più influenti uomini della sua epoca e console nel 371, e fratello di Flavio Anicio Probino, col quale divise il consolato per l'anno 395; in questa occasione ai due fratelli venne dedicato un panegirico da parte di Claudio Claudiano (Panegyricus de consulatu Probini et Olybrii), da cui si evince che i due fratelli erano nati e cresciuti a Roma[1] e che all'epoca del consolato erano molto giovani.[2]

Sebbene fossero originari di una famiglia appartenente all'aristocrazia senatoriale romana, tradizionalmente pagana, Olibrio e Probino erano cristiani; la nomina a consoli di questi due cristiani potrebbe essere stato un segnale, voluto dall'imperatore Teodosio I, proprio l'anno seguente all'usurpazione e restaurazione pagana di Flavio Eugenio.

Olibrio e Probino ricevettero la dedica dell'opera Exempla elocutionum di Arusiano Messio e una lettera di Quinto Aurelio Simmaco.[3]

Sposò Anicia Giuliana, sua parente, da cui ebbe un figlio e una figlia, Demetria.[4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Claudiano, Panegyricus de consulatu Probini et Olybrii, 143-146.
  2. ^ Claudiano, Panegyricus de consulatu Probini et Olybrii, 143-67-70.
  3. ^ Epistulae, V, del 397.
  4. ^ Anne Kurdok, «Demetrias ancilla dei: Anicia Demetrias and the problem of the missing patron», in Kate Cooper, Julia Hillner, Religion, dynasty and patronage in early Christian Rome, 300-900, Cambridge University Press, 2007, ISBN 0521876419, pp. 190-224.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore
Imperatore Cesare Flavio Arcadio Augusto III,
Imperatore Cesare Flavio Onorio Augusto II,
Virio Nicomaco Flaviano
Console romano
395
con Flavio Anicio Probino
Successore
Imperatore Cesare Flavio Arcadio Augusto IV,
Imperatore Cesare Flavio Onorio Augusto III