Flauto soprano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Flauto soprano
Gtreble full together copy1.jpg
Un moderno flauto soprano in sol.
Informazioni generali
Classificazione 421.121.12
Aerofoni labiali
Famiglia Flauti traversi
Utilizzo
Bande musicali
Musica folk
Genealogia
Antecedenti
Flauto traverso

Il flauto soprano è un membro della famiglia dei flauti, occupa una posizione intermedia fra il flauto traverso in do e l'ottavino.

Caratteristiche[modifica | modifica sorgente]

È uno strumento traspositore e suona in mi♭, una terza minore sopra il flauto traverso in do. Ha un timbro più dolce rispetto al comune flauto traverso, più caldo rispetto all'ottavino. L'imboccatura è leggermente ridotta rispetto al flauto in do, e l'esecuzione su questo strumento richiede una certa attenzione all'intonazione, che tende solitamente a calare nel registro medio.

Storia e diffusione[modifica | modifica sorgente]

Il flauto soprano è uno strumento poco diffuso. Veniva usato originariamente in alcune scuole degli Stati Uniti, come sostituto del clarinetto in mi♭ o come strumento per avviare allo studio allievi dotati di mani molto piccole. Trovò spazio in questa maniera fra gli anni '40 e '80 del novecento. Tuttavia il suo timbro è molto diverso da quello del clarinetto, e la maggioranza dei principianti non ha difficoltà a maneggiare il flauto in do, sicché verso il 1980 la produzione di questo strumento era praticamente cessata. Una limitata produzione è ripresa negli anni novanta. Parti scritte per questo strumento si trovano in alcune pubblicazioni per ensemble di flauti.

Flauto soprano in sol[modifica | modifica sorgente]

Esiste un taglio di flauto soprano in sol, dalle dimensioni e caratteristiche intermedie fra il flauto soprano in mi♭ e l'ottavino. Suona in un registro simile a quello dell'ottavino, ma a causa delle maggiori dimensioni ha un timbro diverso e una maggiore estensione verso il basso. Si tratta di uno strumento traspositore, che suona una quinta sopra. Anch'esso è uno strumento scarsamente diffuso, che è quasi scomparso dopo il periodo rinascimentale. È stato impiegato in alcune opere del XIX secolo, come l'Ivanhoe di Arthur Sullivan. Tuttora è prodotto da poche case costruttrici, come Myall-Allen e Flutemakers Guild. Viene ancora utilizzato nelle bande di flauti tradizionali della Scozia e dell'Irlanda del Nord, che adottano un organico di questo tipo:

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica